Dimissioni del Governo: che fine faranno il bonus 200€ per gli avvocati e gli altri provvedimenti in discussione?

A seguito delle dimissioni del Governo e dello scioglimento anticipato delle Camere, si pone il problema di individuare le tipologie di atti che possono ancora essere adottati. L’Ufficio Studi del CNF ha predisposto una scheda di analisi relativa alle ripercussioni sui provvedimenti legislativi di interesse per gli avvocati, a partire dall’art. 33 d.l. n. 50/2022, c.d. decreto Aiuti.

A seguito delle dimissioni del Governo e dello scioglimento delle Camere, l'Ufficio Studi del CNF ha individuato nel perimetro dei poteri del Governo dimissionario e delle Camere in prorogatio le tipologie di atti che è ancora possibile adottare, con particolare riferimento al d.l. aiuti e ai provvedimenti in materia di giustizia che ancora attendono l'approvazione. Decreto aiuti Il d.l. n. 50/2022 , convertito in l. n. 91/2022 , desta particolare interesse per l'avvocatura per le seguenti disposizioni art. 20- ter , estensione ai crediti maturati nei confronti della P.A. per prestazioni professionali della compensazione prevista dall'art. 28- quater d.P.R. n. 602/1973 art. 33, istituzione di un Fondo per il sostegno del potere di acquisto dei lavoratori autonomi, con l'erogazione di un'indennità una tantum ai lavoratori autonomi e ai professionisti iscritti alle gestioni previdenziali INPS e ai professionisti iscritti agli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza compresi, dunque, gli avvocati che abbiano sofferto una contrazione del reddito nell'anno di imposta 2021 c.d. bonus 200 euro . Lavori parlamentari interrotti In tema di disegni di legge in attesa di approvazione da parte delle Camere, il CNF sottolinea che risulta interrotta la prosecuzione della discussione per i seguenti ddl S. 2419, in materia di equo compenso approvato in sede redigente dalla Commissione Giustizia del Senato in data 29 giugno 2022, era atteso in Aula S. 2636, recante Disposizioni in materia di giustizia e di processo tributari per il quale era scaduto lo scorso 18 luglio il termine per la presentazione degli emendamenti in Commissione S. nn. 758, 1948, 2139, 2322, 2369 in materia di geografia giudiziaria , in discussione dinanzi alla Commissione Giustizia del Senato comma ed abb., in materia di c.d. avvocato monocommittente in fase emendativa presso la Commissione Giustizia della Camera dei Deputati . Cosa può fare il Governo? Partendo dalla necessaria distinzione tra atti di natura regolamentare per i quali la circolare del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 luglio 2022 precisa che possono essere approvati i regolamenti già in avanzato procedimento di adozione e quelli necessari per l'attuazione del PNRR e del PNC e atti di natura legislativa e/o attuativa di leggi già approvate, il documento conclude ricordando che il Governo potrà attuare leggi o determinazioni già assunte dal Parlamento , compreso ad esempio il decreto del Ministero del Lavoro per il c.d. bonus 200 euro attuare il PNRR , tale precisazione è di assoluto rilievo, in quanto da essa discende la possibilità di adottare gli schemi di decreto legislativo necessari per l'attuazione del Piano, ivi compresi quelli relativi all'attuazione delle deleghe approvate dal Parlamento con le leggi n. 206/2021 riforma processo civile , n. 134/2021 riforma processo penale e n. 71/2022 riforma dell' ordinamento giudiziario .

Scheda di analisi del CNF