Consiglio di Stato: creata la commissione "mista" per il nuovo Codice appalti

La Commissione costituita dal Presidente del Consiglio di Stato Franco Frattini formulerà il progetto del decreto legislativo sulla disciplina dei contratti pubblici entro il prossimo 20 ottobre.

Pronta la Commissione mista per il nuovo Codice appalti , istituita dal Presidente del Consiglio di Stato Franco Frattini, su richiesta del Governo, che entro il 20 ottobre prossimo predisporrà il progetto del decreto legislativo sulla disciplina dei contratti pubblici . Il termine così stringente è stato previsto per permettere al Governo una compiuta valutazione politica e i necessari passaggi procedimentali , in quanto la riforma fa parte di uno degli obiettivi previsti dal PNRR , da conseguire entro il termine del 31 marzo 2023. La Commissione sarà composta non solo da Consiglieri di Stato e dei TAR, ma anche da Avvocati dello Stato, Consiglieri della Corte di Cassazione e della Corte dei Conti, da professori, avvocati ed esperti tecnici e avrà il compito di redigere il nuovo Codice degli appalti . La Commissione prosegue la lunga esperienza, che ha visto il Consiglio di Stato già impegnato nella redazione del Testo Unico sugli espropri e del codice del processo amministrativo e la lunga tradizione dell'attività della Sezione normativa, autrice di pareri nei molteplici codici e testi unici nelle varie materie, compresa la disciplina dei contratti pubblici . Il Presidente del Consiglio di Stato Frattini ha voluto ringraziare il Parlamento che, inserendo in legge delega il riferimento alla legge istitutiva del Consiglio di Stato, ha reso possibile l'affidamento della redazione del progetto normativo al Consiglio di Stato che lavorerà con l'obiettivo di attuare la delega per costruire una normativa sui contratti pubblici snella ed efficace, che possa sostenere la crescita del Paese e affrontare le sfide del PNRR .