Ergastolo ostativo: la Corte Costituzionale accoglie l’istanza dell’Avvocatura dello Stato e rinvia a novembre l’udienza

La Corte Costituzionale ha rinviato al prossimo 8 novembre le questioni di legittimità costituzionale sull’ergastolo ostativo.

La Consulta, nell’esaminare l’istanza di rinvio delle questioni di legittimità costituzionale relative all’ ergastolo ostativo ha disposto il rinvio della trattazione all’udienza pubblica che si terrà l’ 8 novembre prossimo. Si ricorda che circa un anno fa la Corte Costituzionale aveva bocciato la norma che nell’ordinamento penitenziario non consente ad un ergastolano di ottenere la liberazione condizionale se non collabora con la giustizia. La Consulta aveva poi concesso al Parlamento dodici mesi di tempo per riscrivere il testo di legge, approvato alla Camera ad aprile, ma bloccato dal Senato per avere più tempo per decidere. Nell’ordinanza viene spiegato che permangono le ragioni che hanno indotto questa Corte a sollecitare l’intervento del legislatore, al quale compete, in prima battuta, una complessiva e ponderata disciplina della materia, alla luce dei rilievi svolti nell’ordinanza n. 97 del 2021 . Prosegue l’ordinanza che proprio in considerazione dello stato di avanzamento dell’ iter di formazione della legge, appare necessario un ulteriore rinvio dell’udienza, per consentire al Parlamento di completare i propri lavori . Dunque, appuntamento all’8 novembre 2022.