Iniziato il ciclo di incontri "Giustizia riparativa e comunità"

Siamo di fronte alla sfida di poter scrivere delle leggi che abbiano la capacità di accogliere al loro interno delle storie , ha affermato la Cartabia nel suo intervento sulla giustizia riparativa.

Lo scorso 18 marzo, nell’aula polifunzionale del Palazzo di Giustizia di Brescia, si è tenuto il primo appuntamento del ciclo di incontri Giustizia riparativa e comunità . Il primo intervento è stato di Manlio Milani, Presidente dell’associazione che riunisce i famigliari delle vittime della strage di Piazza della Loggia, a cui sono seguiti contributi del Presidente della Corte d’Appello, Claudio Castelli, della mediatrice del Comune di Brescia Anna Scalori e dei professori Claudia Mazzuccato e Adolfo Ceretti. Era presente all’evento anche il Ministro della Giustizia Marta Cartabia che, riferendosi alla giustizia riparativa , ha affermato Siamo di fronte alla sfida di poter scrivere delle leggi che abbiano la capacità di accogliere al loro interno delle storie . video Il Ministro della Giustizia, nel suo intervento, ha anche ricordato due vittime del terrorismo Guido Galli, il giudice ucciso il 19 marzo 1980 alla Statale di Milano, e Marco Biagi, il giuslavorista assassinato nel 2002 a Bologna. Un pensiero affettuosissimo alla Polizia penitenziaria. Oggi sono 205 anni dalla fondazione, uno dei corpi di polizia che più è chiamato a trasformare il suo ruolo si trasforma la giustizia, l’esecuzione penale, la concezione del reato, della pena, a loro è chiesto sempre qualcosa di nuovo e di diverso , ha concluso la Cartabia.