Frodi in materia edilizia e contenimento dei costi di luce e gas: i temi affrontati dal Governo

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto-legge sul contrasto alle frodi in materia edilizia e il decreto-legge che introduce misure urgenti per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale. Per quest’ultimo, le misure ammontano a quasi 8 miliardi, di cui 5,5 saranno destinati a far fronte al caro energia.

Contenimento dei costi dell'energia elettrica e del gas naturale, lo sviluppo delle energie rinnovabili e il rilancio delle politiche industriali. Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto - legge che introduce misure urgenti per il contenimento dei costi dell' energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali. Le misure ammontano a quasi 8 miliardi , di cui la maggior parte sarà destinata a far fronte al caro energia , mentre il resto sarà destinato a sostegno delle filiere produttive che stanno soffrendo maggiormente in questa fase. Per quanto riguarda l' energia , l'intervento si compone di due parti emergenza , misure per calmierare nel breve tempo i costi delle bollette energetiche prospettiva , misure che consentano nel futuro di evitare altre crisi come quella in corso, per esempio con l'aumento della produzione nazionale di energia. In riferimento al primo aspetto, con questo nuovo decreto vengono prorogate alcune delle misure già adottate in precedenza, come l' azzeramento delle aliquote relative agli oneri generali di sistema applicate alle utenze domestiche e a quelle non domestiche in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 kW e il rafforzamento del bonus sociale per le famiglie con ISEE di circa 8.000 euro o di 20.000 nel caso di famiglie numerose e il credito d'imposta per le imprese energivore. In riferimento al secondo, il decreto include un programma di accelerazione relativo alle sorgenti rinnovabili, in particolare per il fotovoltaico. Il provvedimento, inoltre, prevede l'incremento della produzione nazionale di gas al fine di diminuire il rapporto importazione/produzione da utilizzarsi a costo equo per imprese e PMI. Per quanto riguarda il sostegno alle filiere produttive , il decreto interviene su le automotive , per cui sono stanziate risorse pluriennali fino al 2030 con lo scopo di favorire la ricerca, la riconvenzione e la transizione verde di tale industria. i microprocessori , per cui sono previsti fondi pluriennali fino al 2030 per la produzione nazionale dei microchip. Da ultimo, il decreto prevede anche stanziamenti a favore delle Regioni e ai Comuni che stanno affrontando l'aumento dei costi per l'illuminazione. Il contrasto alle frodi in materia edilizia e sull'elettricità prodotta da impianti da fonti rinnovabili. Il Consiglio dei Ministri ha approvato anche un decreto-legge che introduce misure urgenti al fine di contrastare le frodi in materia di edilizia e sull' elettricità prodotta da impianti da fonti rinnovabili . Il provvedimento, che interviene per sbloccare il processo di cessione del credito dei bonus edilizi, prevede che sarà possibile cedere il credito per tre volte esclusivamente a favore di banche, imprese di assicurazione e intermediari finanziari. Siccome lo stesso non potrà formare oggetto di cessioni parziali dopo la prima comunicazione dell'opzione all'Agenzia delle entrate, è stato introdotto un codice identificativo del credito ceduto per consentirne la tracciabilità.

Decreto-legge del 1 marzo 2022, n. 17 in G.U. del 1 marzo 2022, n. 50