La risposta del Ministro della Giustizia alla questione green pass per gli avvocati

Una nota del Ministero della Giustizia, contenuta nel d.l. n. 1/2022 Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore , chiarisce le disposizioni relative all'obbligo di green pass per l'ingresso degli avvocati negli uffici giudiziari.

La settimana scorsa, il Consiglio nazionale forense e l'Organismo congressuale forense, si erano rivolti al Ministro della Giustizia per chiedere chiarimenti sull'entrata in vigore dell' obbligo di green pass per i difensori per un maggiore approfondimento vedi Obbligo green pass per gli avvocati quando entrerà in vigore? . Con la nota del 13 gennaio 2022, il Ministro Cartabia ha definitivamente messo un punto alla questione, specificando innanzitutto che le regole per l'esibizione del certificato verde di base, sono già attive e applicabili per gli avvocati . Viene inoltre specificato che tale obbligo sarà esteso a partire dal 1 febbraio 2022 anche agli uffici giudiziari per quanto concerne l'accesso per tutti gli altri soggetti che abbiano esigenza di entrare nei palazzi di giustizia. La Guardasigilli ha inoltre sottolineato che dal prossimo 15 febbraio , relativamente all'accesso presso gli uffici giudiziari, verrà messo in campo l'ulteriore obbligo vaccinale per gli ultracinquantenni , nonché la necessità per questa categoria di possedere il green pass rafforzato . Nella suddetta nota si precisa anche l' esenzione dall'obbligo di certificazione per le parti e i testimoni del processo.

Nota Ministero della Giustizia del 13 gennaio 2022