Tagli di organico per i giudici? Un altro colpo al buon funzionamento della giustizia

Il Ministro della Giustizia, Paola Severino, ha presentato al Csm una bozza di ridefinizione della geografia giudiziaria, per il relativo parere. Pare che la proposta contenga forti tagli di organico, che colpirebbero anche zone a rischio come la Sicilia, dove viene stimato un taglio di 13 magistrati giudicanti a Palermo e 6 ad Agrigento. Ovviamente la reazione degli addetti ai lavori, e in particolare dell’OUA, non si è fatta attendere.

L’OUA preoccupata per la proposta di revisione della pianta organica dei giudici. L'Organismo Unitario dell’Avvocatura ha espresso perplessità e, in alcuni casi, netta contrarietà sulla bozza di proposta sulla revisione dell'organico dei giudici proposta dal Ministero di Giustizia e che sta circolando in queste ore. Si rischia di assistere ad un ulteriore colpo al buon funzionamento della giustizia. Se confermato, questo provvedimento, secondo l’OUA, rischia di costituire un nuovo e grave attacco al sistema giustizia, penalizzando il già difficoltoso funzionamento di molti tribunali italiani e rallentando in alcuni casi, bloccando l'attività giudiziaria un fenomeno già oggetto di diversi richiami da parte dell’Unione Europea. Oltre il danno, la beffa? A esprimere dissenso è lo stesso Nicola Marino, presidente dell’Organismo dopo il danno della soppressione, oltretutto incostituzionale, di decine di Tribunali, di tutte le Sezioni Distaccate e di oltre 600 sedi dei giudici di pace , circa 1000 uffici giudiziari, si aggiunge ora la beffa di una revisione delle attuali piante organiche che lascia perplessi . A destare preoccupazione, ad esempio, continua Marino, è il taglio di 13 giudici e 12 pm in un Tribunale come quello di Palermo, dove si lavora già con una carenza di organico . La richiesta è di aprire un confronto con giudici e avvocati su questo nodo per trovare soluzioni adeguate. Per evitare la completa paralisi, l’OUA ha chiesto un confronto con l’avvocatura e con la magistratura, in primis per sospendere l’entrata in vigore del provvedimento di revisione della geografia giudiziaria.