Tutto online: dal 1° agosto 2013 istanze presentabili solo per via telematica

Il 30 aprile 2013, con due circolari, l’INPS ha fornito chiarimenti rispetto alle nuove modalità di presentazione delle istanze da parte degli ex Inpdap con la n. 70 per la liquidazione dell’Assicurazione Sociale Vita, per la quantificazione del TFS e del TFR ai fini della cessione e per la dichiarazione dei beneficiari/eredi per la liquidazione del TFR con la n. 71 per la totalizzazione estera, per la totalizzazione dei periodi assicurativi, per l’accesso ai benefici relativi allo svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti c.d. lavori usuranti , per la doppia annualità, per la revoca e annullamento della domanda di pensione.

I precedenti provvedimenti. Con la determinazione n. 95 del 30 maggio 2012, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 213 del 12 settembre 2012, l’INPS ha previsto l’utilizzo graduale del canale telematico per la presentazione delle principali domande di prestazioni/servizi da parte degli ex INPDAP. Con la circolare n. 131 del 19 novembre 2012, l’Istituto previdenziale ne ha poi fornito le disposizioni attuative, dettandone il calendario. Periodo transitorio, poi via telematica esclusiva. Fino al 31 luglio 2013 è in vigore in periodo transitorio in cui è possibile presentare le istanze secondo le consuete modalità. Dal 1 agosto 2013, le varie istanze dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica. Dopo tale data, le istanze presentate in forma cartacea non saranno procedibili fino a quando l’utente non le avrà trasmesse telematicamente, la cui data varrà come momento di trasmissione. Canali di trasmissione. Le domande devono essere presentate attraverso uno dei seguenti canali WEB servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto Contact Center integrato n. 803164 per chiamate gratuite da numeri fissi o al n. 06164164 per chiamate da telefoni cellulari con tariffazione a carico dell’utente Patronati attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi. Inserimento della domanda. Per l’inserimento della domanda il cittadino dovrà compilare una serie di campi nei quali dovranno essere riportate le informazioni necessarie. Il servizio prevede il prelievo automatico di alcune delle informazioni necessarie alla compilazione della domanda, utilizzando i dati già in possesso dell’Istituto quali, ad esempio, i dati anagrafici del richiedente. Altri dati dovranno essere, invece, inseriti direttamente dal richiedente e confermati dallo stesso al termine dell’inserimento, al fine di fornire all’Istituto tutti gli elementi necessari per poter definire il provvedimento da parte delle Sedi. Si precisa che nel corso della compilazione delle domande, la procedura provvede a salvare i dati acquisiti, in modo da consentire al cittadino di poter intervenire sulla stessa in momenti successivi ed inviarla all’INPS solo al momento della conferma finale. Senza la conferma finale la domanda verrà considerata in attesa o sospesa . Circolari nn. 70 e 71. Con le circolari nn. 70 e 71, l’INPS riporta i principali contenuti delle diverse sezioni informative previste nell’ iter di compilazione delle varie richieste in esame, che sono liquidazione dell’Assicurazione Sociale Vita quantificazione del TFS e del TFR ai fini della cessione e dichiarazione dei beneficiari/eredi per la liquidazione del TFR totalizzazione estera totalizzazione dei periodi assicurativi accesso ai benefici relativi allo svolgimento di lavori particolarmente faticosi e pesanti c.d. lavori usuranti doppia annualità revoca e annullamento della domanda di pensione.

TP_LAV_InpsExInpdap_circ70_ OK_TP_LAV_InpsExInpdap_circ70_2_