Istanza d'accesso accordata per il volontario ""epurato""

Chi è stato allontanato dal lavoro seppure non retribuito ha il diritto di consultare lo Statuto, l'atto costitutivo e le eventuali convenzioni stipulate dall'associazione con gli enti locali

La volontaria epurata ha il diritto di consultare lo Statuto e l'atto costitutivo della Confraternita per la quale svolgeva attività di volontariato. A stabilirlo è stato il Tar Calabria con la sentenza 492/06 depositata lo scorso 27 marzo e qui leggibile nei documenti correlati . I giudici calabresi hanno accolto il ricorso di una donna che esclusa dalla Confraternita della Misericordia di Reggio Calabria si era vista negare l'accesso allo statuto, all'atto di costituzione e alla convenzione stipulata dall'associazione di volontariato con la Regione. Del resto, la volontaria aveva saputo che il presidente della Confraternita la voleva sospendere dal servizio. I documenti richiesti quindi servivano per verificare la legittimità della sua esclusione, anche in base agli scopi statuari perseguiti dall'associazione. L'articolo 22 della legge 241/90 prevede, infatti, che l'istanza di accesso possa essere rivolta anche a soggetti di diritto privato, limitatamente alla loro attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o comunitario. Per cui la donna aveva tutto l'interesse a consultare i documenti in questione, dato che intendeva tutelare il proprio diritto a svolgere l'opera di volontariato nella Confraternita. cri.cap

Tar Calabria - Sezione Reggio Calabria - sentenza 8-27 marzo 2006, n. 492 Presidente Caruso - Relatore Burzichelli Ricorrente Melara Fatto e diritto Con il presente gravame, come già indicato in epigrafe, la ricorrente ha chiesto di poter accedere, mediante estrazione di copia, ai documenti indicati nella sua richiesta in data 17 ottobre 2005. Deve specificarsi che la Melara si è iscritta nel gennaio 2005 alla Confraternita della Misericordia per prestare opera di volontaria e ha svolto, dal 27 gennaio, la propria attività presso l'Ospedale Bianchi-Mecrino-Malara. Dal mese di marzo 2005 la ricorrente non è stata più chiamata a svolgere attività di volontariato. La stessa ha rappresentato al Tribunale di aver appreso che il Presidente della Confraternita avrebbe dato ordine di sospenderla dal servizio. La Melara ha, quindi, presentato domanda di accesso, mediante estrazione di copia, allo statuto, all'atto costitutivo della Confraternita e alla convenzione stipulata dalla Confraternita con la Regione Calabria, avente ad oggetto l'attività di volontariato da svolgere presso la struttura pubblica. La Confraternita ha negato l'accesso, ritenendo che, nella specie, non potessero individuarsi situazioni giuridicamente rilevanti, come previsto dalla legge, a sostegno della domanda. La ricorrente ha presentato una nuova domanda di accesso in data 17 ottobre 2005, specificando che l'interesse alla conoscenza dei documenti in questione consisteva nella verifica di legittimità della sua esclusione, anche alla luce degli scopi statutari perseguiti dalla Confraternita. L'Azienda Ospedaliera, chiaramente intimata a fini tuzioristici, si è costituita in giudizio, eccependo il proprio difetto di legittimazione passiva, che risulta di chiara evidenza, posto che la controversia sostanziale vede opposte la parte ricorrente e la Confraternita, la quale, ancorché ritualmente intimata, non si è, tuttavia, costituita in giudizio. Ad avviso del Collegio, il ricorso è fondato. L'articolo 11 della legge 266/91 stabilisce che alle organizzazioni di volontariato si applicano le disposizioni di cui al capo V della legge 241/90 e che, ai fini di cui al primo comma, sono considerate situazioni giuridicamente rilevanti quelle attinenti al perseguimento degli scopi statutari dell'organizzazione . L'articolo 22 della legge 241/90 prevede, poi, che l'istanza di accesso possa essere rivolta anche a soggetti di diritto privato, limitatamente alla loro attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o comunitario e la Confraternita Misericordia è un'organizzazione di volontariato, iscritta nei registri istituiti dalla Regioni e dalla Province autonome ai sensi dell'articolo 6 della legge 266/91, che svolge attività di pubblico interesse secondo il disposto dell'articolo 1 della citata legge 266/91 . Né può dubitarsi che la ricorrente abbia interesse a visionare ed estrarre copia dei documenti in questione, atteso che la stessa intende tutelare una ben specifica situazione giuridica consistente nel proprio diritto a svolgere opera di volontariato nella Confraternita . Per le considerazioni che precedono il presente ricorso deve essere accolto, orinandosi alla Confraternita di consentire alla ricorrente la visione e l'estrazione di copia dei documenti di cui si tratta non oltre il termine perentorio di giorni trenta dalla comunicazione in via amministrativa della presente decisione, ovvero dalla sua notifica su istanza di parte. Le spese di giudizio possono essere compensate fra la ricorrente e l'Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli, mentre, in ragione del principio della soccombenza, il Tribunale condanna la Confraternita Misericordia al pagamento, in favore della Melara, delle spese processuali, liquidate in complessivi euro 1.500,00= millecinquecento , oltre Iva e Cpa come per legge. PQM Il Tar per la Calabria, Sezione Staccata di Reggio Calabria 1 accoglie il ricorso in epigrafe e ordina alla Confraternita Misericordia di consentire alla ricorrente la visione e l'estrazione di copia dei documenti indicati in motivazione non oltre il termine perentorio di giorni trenta dalla comunicazione in via amministrativa della presente decisione, ovvero dalla sua notifica su istanza di parte 4 compensa le spese di giudizio fra la parte ricorrente e l'Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli e condanna la Confraternita Misericordia n. 11 di Reggio Calabria al pagamento delle spese processuali, liquidate in complessivi euro 1.500,00= millecinquecento , oltre Iva e Cpa come per legge 5 ordina che la presente decisione sia eseguita dall'Autorità amministrativa ?? ?? ?? ?? 2