Uniemens: l’INPS presenta tutte le novità del modello DM 2013 virtuale

Un quadro unico contenente il sunto delle informazioni rilevanti, nuovi campi per riepilogare le ore di lavoro e le relative causali, apposite sezioni per CIG e fondi interprofessionali. Queste alcune peculiarità delle denuncia contributiva, illustrata dall'INPS nel messaggio n. 5281/2013.

Sviluppare tutte le potenzialità dei flussi Uniemens. Nel quadro del completamento del Sistema Uniemens, da gennaio 2013, è stata avviata la revisione e la reingegnerizzazione delle procedure di gestione interna. L’esigenza è sia di ottenere un adeguamento tecnologico di procedure ormai datate, sia di rendere più funzionali i flussi Uniemens. Le novità rientrano nell’ottica di garantire la ricostruzione di un DM10 virtuale assolutamente analogo alla denuncia precedentemente predisposta direttamente dalle aziende e quindi processabile dalle procedure di gestione già in essere. A inizio anno è stato soppresso il vecchio modello DM10 ed è stato sostituito dal nuovo formato denominato DM2013. Maggiori informazioni. Il nuovo modello DM2013 è caratterizzato da aggregazioni di codifiche che fanno riferimento non solo ai quattro caratteri del preesistente modello, bensì identificano la natura contributiva riportando in chiaro anche gli elementi qualifica 1 , qualifica 2 , qualifica 3 , tipo contribuzione e tipo lavoratore . Da gennaio 2013 la ricostruzione delle denunce relative ai Fondi sostitutivi opera con riferimento all’elemento tipo lavoratore individuando così la casistica contributiva con la conseguente abolizione dei preesistenti codici. È presente anche un nuovo campo denominato Tempo Lavoro , da utilizzare per l’esposizione dei giorni o le ore lavorate per tutte le causali che lo prevedono. Quadro unico con somme a debito e somme a credito. Non c’è più la distinzione tra quadro BC a debito azienda e quadro D a credito azienda tutti gli importi sono riportati in un quadro unico e posizionati nelle rispettive colonne somma a debito e somma a credito . Nel quadro unico non trovano invece collocazione le informazioni non significative ai fini della determinazione del saldo e non riferite ad importi di contribuzione o di conguaglio ad esempio, le informazioni con valenza statistica . Tali dati saranno riportate in un’apposita sezione statistica. Fondi interprofessionali e CIG. I dati di adesione o di revoca ai Fondi Interprofessionali per la formazione continua art. 118 L. n. 388/2000 vengono riportati separatamente al fine di consentire una migliore visualizzazione e verifica della gestione delle adesioni/revoche. Le informazione in materia saranno disponibili dal mese di aprile in leggero ritardo rispetto agli standard abituali , mentre lo sblocco e l’attribuzione delle somme spettanti saranno possibili appena completate le fasi di calcolo e ripartizione. Le informazioni relative alle autorizzazioni di cassa integrazione guadagni, infine, già presenti nel Quadro F, sono registrate in una apposita sezione che recepisce anche l’importo per le autorizzazioni rilasciate con la nuova procedura.

TP_LAV_13msgINPS5281