Nuova guida ufficiale alle agevolazioni fiscali sui mutui

Sull'ultimo numero del periodico dell'Agenzia uno speciale di trenta pagine che illustra tutte le modalità per fruire di vantaggi e propone anche una serie di risposte ai quesiti più frequenti e una sezione sulle norme e prassi di riferimento

L'Amministrazione finanziaria ha appena cominciato la diffusione gratuita, presso tutti gli uffici centrali e periferici, del fascicolo Le agevolazioni fiscali sui mutui realizzato dall'Agenzia delle Entrate. L'opuscolo rappresenta il secondo numero di quest'anno del periodico bimestrale dell'ente ed è anche scaricabile dal sito dell'Agenzia oltre che disponibile qui, in formato Pdf, come documento correlato . La guida è di particolare interesse per chi ha intenzione di accendere un mutuo per acquistare l'abitazione principale, ma contiene una vasta serie di informazioni utili per conoscere le varie possibilità offerte dal mercato e, ovviamente, gli aspetti fiscali. Vengono infatti chiarite le condizioni per usufruire della detrazione Irpef, vale a dire chi può godere di tale trattamento, come devono essere effettuati i calcoli relativi, come può essere rinegoziato un contratto di mutuo. Vengono inoltre elencate, in una sezione definita appunto casi particolari , le condizioni nelle quali è possibile fruire della detrazione anche quando l'immobile non è adibito ad abitazione principale ad esempio quando un trasferimento per motivi di lavoro interviene dopo l'acquisto la detrazione non si perde anche se l'unità immobiliare viene locata . La guida ricorda poi le condizioni applicabili per i mutui stipulati prima del 1993 e quindi di più lunga durata e anche per quelli anteriori al '91 in questi casi le detrazioni - con una soglia limite per ciascun intestatario - spettano anche per l'acquisto di immobili ad uso non abitativo. Altre informazioni utili si trovano poi nella sezione che chiarisce le nozioni di costruzione e/o ristrutturazione, anch'esse circostanze in cui il mutuo ad esse finalizzate può consentire agevolazioni fiscali. L'opuscolo ricorda poi come possono essere detratti dall'Irpef, fino all'azzeramento dei redditi dominicale ed agrario dichiarati, gli interessi pagati per ogni tipo di prestito o mutuo agrario, indipendentemente dalla data di stipula. La detrazione d'imposta, in questi casi, spetta nella misura del 19 per cento sia sugli interessi passivi sia sui relativi oneri accessori e sulle quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione. Altre due sezioni della guida sono infine dedicate alle imposte sui contratti di mutuo e ai quesiti più frequenti posti dai contribuenti e che spaziano dalle condizioni richieste per la garanzia ipotecaria che può anche avere per oggetto un altro immobile a quelle richieste per ottenere le detrazioni in caso di acquisto di un'unità immobiliare locata. m.c.m.

Agenzia delle Entrate Guida pratica alle agevolazioni fiscali sui mutui