L’utg del capoluogo regionale deve coordinare l’emergenza

In caso di eventi atmosferici particolarmente intensi spetta al prefetto del capoluogo di regione coordinare i colleghi per garantire provvedimenti di limitazione del traffico maggiormente omogenei e funzionali. Attenzione però alle prossime consultazioni elettorali. In questo caso ogni prefettura dovrà agire in proprio per rendere comunque massimamente fruibile l’esercizio del diritto di voto nonostante le prevedibili condizioni meteo avverse.

Lo ha chiarito il Ministero dell’interno con la circolare n. 14520/110 7 del 18 febbraio 2013 e la successiva direttiva diramata il 21 febbraio 2013 specificamente dedicata alla consultazioni elettorali. Limiti alla circolazione. Le recenti precipitazioni nevose hanno evidenziato la necessità di coordinare meglio le iniziative di limitazione del traffico adottate in sede provinciale dalle prefetture. Oltre alle linee di indirizzo già diramate con la nota dell’8 gennaio 2013 il Viminale torna quindi sull’argomento con l’intenzione espressa di migliorare gli interventi dei rappresentanti governativi deputati ai sensi dell’art. 6 del codice stradale ad adottare provvedimenti di limitazione della circolazione fuori centro abitato. Necessario il coordinamento. L’inevitabile interazione tra le varie ordinanze provinciali rende opportuno un coordinamento. Ma è anche necessario che vi sia una adeguata circolarità delle informazioni e soprattutto una tempestiva diffusione delle stesse. Per questo motivo, prosegue la nota del ministero, è necessario mettere a punto un sistema coordinato anche a livello regionale. Spetterà quindi al prefetto del capoluogo di regione assumere il controllo delle iniziative, previe intese con i prefetti dei capoluoghi regionali limitrofi interessati alle direttrici viarie più rilevanti . In buona sostanza ogni prefettura dovrà comunicare tempestivamente le proprie iniziative all’utg del capoluogo di regione che avrà il compito di concertare meglio tutte le azioni in programma, previo continuo confronto con il Centro viabilità per l’Italia. Massima allerta per garantire il voto. Circa le imminenti consultazioni elettorali i prefetti saranno in massima allerta per garantire il diritto di voto anche in caso di condizioni di maltempo. Con una direttiva diramata il 21 febbraio 2013 il Viminale mette le mani avanti. Se in occasione delle consultazioni elettorali del prossimo 24 e 25 febbraio il maltempo non darà tregua spetterà alle singole prefetture predisporre ogni utile iniziativa per agevolare l’accesso alle cabine elettorali. Quindi con il coordinamento di tutti gli enti disponibili, polizia, carabinieri e vigili del fuoco, nel prossimo week end andranno poste in essere tutte le iniziative per evitare condizioni di isolamento di frazioni o singole unità abitative.

PP_AMM_maltempo_manzelli