Amnistia: ora si litiga sulla decorrenza

Entro oggi la calendarizzazione. Ma deve partire dal giugno 2001 data di presentazione del primo Ddl o dal testo unificato del dicembre 2002?

Una decisione va presa il presidente della commissione Giustizia Gaetano Pecorella vuole portare un testo sull'amnistia e indulto entro le 12 di oggi alla conferenza dei capigruppo per la calendarizzazione. Ieri la commissione di Montecitorio ha iniziato la discussione sulle disposizioni in materia di amnistia e indulto ma prima ancora che i deputati iniziassero a discutere Pecorella ha incontrato i rappresentanti delle associazioni e gli esponenti dei radicali che da domenica stanno manifestando davanti alla Camera. L'intenzione - ha detto Pecorella alla delegazione del comitato promotore della marcia di Natale - è di andare avanti a oltranza anche perché non mi sembra giusto ce, dopo tutto il lavoro fatto in questi anni, si dica che i parlamentari non lavorano . La discussione della commissione è ripartita dal testo unificato del gennaio 2003 che non prevede un amnistia ma un indulto non superiore a due anni per chi abbia scontato un quarto della pena e non superiore ai 10 mila euro per le pene pecuniarie. Da questo testo vorrebbero ripartire i Ds, ma sono stati presentati 110 emendamenti. Il relatore al provvedimento, Nino Mormino Fi ha annunciato il suo sì agli emendamenti che introducono anche l'amnistia e su questo i Ds e la Margherita hanno annunciato la loro astensione. No a qualunque misura di clemenza è stato ribadito dagli esponenti della Lega, che da soli hanno presentato una settantina del centinaio di emendamenti. Ma oltre al dibattito su quale misura debba essere approvata, ieri la discussione si è accesa anche sulla data dalla quale considerare efficaci le misure. Secondo Anna Finocchiaro Ds questa dovrebbe essere il 1 giugno 2001, giorno in cui fu presentato il disegno di legge come impone l'articolo 79 della Costituzione, il che significa che nel 2006 si darebbe vita ad un provvedimento di clemenza che riguarderebbe reati commessi prima di questa data, cioè risalenti a oltre cinque anni fa. Rispetto alla prima proposta però sono stati presentati altri disegni di legge, per questo secondo Pecorella farebbe riferimento la data di presentazione del testo unificato, ossia dicembre 2002. Aspettiamo i lavori della commissione, ha detto il presidente della Camera Pier Ferdinando Casini domani mattina oggi, ndr c'è la disponibilità alla calendarizzazione, ma ci deve essere prima il lavoro concluso in commissione .