Cassa Forense proroga la polizza sanitaria per gli avvocati iscritti

In un comunicato firmato dal presidente di Cassa Forense, l’avv. Luciano, l’ente comunica che la polizza di tutela sanitaria in favore dei propri iscritti, con Unisalute s.p.a., valida dal 1.4.2014 al 31.3.2017, è stata prorogata con la stessa compagnia, di un’ulteriore annualità assicurativa, ossia dal 1.4.2017 al 31.3.2018 . Ciò al fine di garantire agli iscritti l’estensione a tutti i familiari conviventi degli iscritti già coperti da analoga polizza con premio a carico dell’ente.

Cassa Forense ha concordato con Unisalute il periodo dal 1.4.2017 al 31.5.2017 per consentire agli iscritti, già coperti da analoga polizza con premio a carico dell’ente, di estendere a tutti i familiari conviventi, con limite di età fissato a 90 anni, la copertura della polizza sanitaria collettiva grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi , mediante pagamento di un premio annuo a proprio carico pari ad 140,00 per ogni componente del nucleo familiare . L’adesione è facoltativa, con premio a carico del privato. La polizza sanitaria integrativa. Per aderire a tale polizza, è necessario che l’avvocato sia coperto dalla garanzia della polizza sanitaria base. La polizza sanitaria integrativa, alla quale è possibile aderire entro l’80 anno di età, prevede la possibilità di godere di una copertura assicurativa per le prestazioni non garantite dalla polizza base e, in particolare, per tutte le forme di ricovero, con o senza intervento chirurgico, parto e aborto, prestazioni di alta diagnostica, visite specialistiche, stato di non autosufficienza temporanea, check up , second opinion , cure dentarie da infortunio. la procedura di estensione/adesione telematica. Le suindicate estensioni/adesioni, a partire da inizio aprile, potranno essere perfezionate on-line dal sito internet della Cassa www.cassaforense.it tramite l’apposita procedura inserita nella sezione convenzioni/salute/assicurazioni/Polizza sanitaria , con pagamento da effettuarsi entro e non oltre il 31 maggio 2017, mediante carta di credito o bonifico bancario. Qui la procedura di estensione/adesione telematica .