Indennità del padre: istruzioni contabili per i datori di lavoro

Con il messaggio 18 aprile 2013, n. 6499, l’INPS fornisce le istruzioni operative per il conguaglio dell’indennità di congedo facoltativo e obbligatorio anticipata al lavoratore e per denunciare nel flusso mensile UniEmens le giornate di assenza dal lavoro fruite dal padre lavoratore.

Con il messaggio 18 aprile, n. 6499, l’istituto previdenziale ha fornito alcune precisazioni riguardo all’indennità riconosciuta per il congedo obbligatorio e facoltativo al padre lavoratore dipendente, alternativo al congedo di maternità della madre, prevista dall'articolo 4, comma 24, lettera a , Legge n. 92/2012 Riforma del lavoro . Conguaglio delle indennità anticipate al lavoratore istruzioni per i datori. In particolare, l’INPS con tale messaggio fornisce le istruzioni operative che i datori di lavoro devono seguire per il conguaglio delle indennità anticipate al lavoratore e per l’esposizione delle giornate di congedo nel flusso Uniemens, nonché il trattamento contabile riservato alle stesse prestazioni erogate. Un allegato dove viene riportato l’elenco delle variazioni al piano dei conti. Ai fini della rilevazione in contabilità delle somme che sono anticipate dal datore di lavoro al lavoratore dipendente ed esposte nel modello UniEmens con codici causale L060 congedo obbligatorio e L061 congedo facoltativo per il conguaglio delle stesse, sono istituiti i seguenti conti GAT30168 Indennità per il congedo obbligatorio del padre lavoratore di cui all'articolo 4, comma 24, lettera a , della legge 28 giugno 2012, n. 92, corrisposte ai dipendenti delle aziende ammesse a conguaglio con il sistema di denuncia di cui al D.M. 5 febbraio 1969 GAT30169 Indennità per il congedo facoltativo del padre lavoratore di cui all'articolo 4, comma 24, lettera a , della legge 28 giugno 2012, n. 92, corrisposte ai dipendenti delle aziende ammesse a conguaglio con il sistema di denuncia di cui al D.M. 5 febbraio 1969. Gli oneri derivanti dalle prestazioni erogate, posti a carico dello Stato, devono essere rilevati infatti nell’ambito della Gestione per gli interventi assistenziali e di sostegno alle gestioni previdenziali. Nell’allegato al messaggio n. 6499/2013, l’INPS riporta anche l’elenco delle variazioni al piano dei conti.

TP_LAV_13msgINPS_6499_s