Bulgaria e Romania dal prossimo gennaio entreranno nell'Ue

Si completa così il quinto allargamento nei tempi stabiliti. L'ultima relazione conferma i progressi dei due Paesi per l'armonizzazione di base ma sono al varo una serie di misure di accompagnamento anche nel settore giudiziario

È arrivato il via libera ufficiale della Commissione europea alla quinta tappa dell' allargamento . Da gennaio 2007, infatti, secondo Bruxelles, potrà scattare come previsto l'ingresso nell'Unione di Bulgaria e Romania, sia pure con alcune misure accessorie regolate con strumenti appositamente predisposti. Sono dunque positivi i progressi compiuti dai due Paesi aspiranti a far parte dell'Ue e l'ultimo report disponibile qui leggibile come documento correlato, in lingua inglese e in formato Pdf conferma come la marcia di avvicinamento sia stata costellata da risultati perfettamente in linea con i requisiti richiesti per la compatibilità degli ordinamenti interni . Nell'adottare la relazione la Commissione - che conferma la tempistica della procedura - ha tuttavia proposto un pacchetto di misure di accompagnamento da adottare nei settori in cui si ritiene opportuno intervenire ulteriormente in maniera graduale. È stata quindi confermata la previsione avanzata nel maggio scorso, quando Bruxelles ritenne realistica un'adesione di Bulgaria e Romania a partire dal primo gennaio prossimo. In questi ultimi mesi entrambi i Paesi sono riusciti ad allinearsi in misura sufficiente con gli standard e le pratiche più diffuse nell'Unione e la valutazione attuale, confermata dalla Commissione con l'annuncio formale, permetterà quindi di completare il quinto allargamento programmato. Quanto alle misure di accompagnamento, Bruxelles ritiene che esse saranno ampiamente sufficienti a compensare le eventuali differenze ancora in atto. In particolare verrà creato un meccanismo per la cooperazione e la verifica dei progressi in materia di riforma dei sistemi giudiziari e per la lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata, settori nei quali non sono ipotizzabili ritardi in grado di far sfruttare ai criminali le armonizzazioni eventualmente incomplete. E senza le quali potrebbero ancora porsi residui ostacoli al completamento dell'operazione, tant'è che ad oggi le adesioni di bulgari e romeni non hanno ottenuto le ratifiche di tutti i Paesi Ue. Da subito, intanto, la Commissione ha adottato un regolamento speciale relativo alla spesa agricola in grado di garantire le opportune tutele degli interessi finanziari comunitari del settore ma anche il comparto, parzialmente connesso, della sicurezza alimentare sarà protetto attraverso misure realizzate ad hoc. Con l'adesione della Bulgaria e della Romania un'adesione che nell'immediato futuro dovrà essere ratificata dai quattro Paesi che ancora non l'hanno fatto Francia, Belgio. Germania e Danimarca entreranno nell'Unione circa trenta milioni di nuovi cittadini europei portando la popolazione dell'Ue a quasi mezzo miliardo di persone.

Commission of The European Communities Communication from The Commission Monitoring report of the state of preparedness for EU membership of Bulgaria and Romania Brussels, 26.9.2006