Il Consiglio dei Ministri sullo scambio automatico dei dati sui ruling preventivi

Venerdì 10 marzo 2017, alle ore 18.00, si è svolto a Palazzo Chigi il Consiglio dei Ministri n. 16, sotto la presidenza di Paolo Gentiloni. I temi tratti in sede di deliberazione hanno riguardato, in particolare, l’attuazione di norme europee e l’approvazione dello statuto della Fondazione Italia sociale .

Lo scambio automatico di informazioni sui ruling. Il Consiglio dei Ministri n. 16 si è svolto a Palazzo Chigi venerdì 10 marzo 2017, sotto la presidenza di Paolo Gentiloni. Su proposta del Presidente Gentiloni e dei Ministri competenti, il Consiglio ha approvato 5 decreti legislativi che introducono misure necessarie all’attuazione e all’adeguamento della normativa nazionale a direttive o regolamenti europei. In particolare, i decreti riguardano la valutazione dell’impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, la commercializzazione dei prodotti da costruzione al fine di semplificare e chiarire il quadro normativo esistente per l’immissione sul mercato di detti prodotti, la trasparenza informativa e le caratteristiche dei conti di pagamento , la lotta alla corruzione nel settore privato relativamente all’ampliamento della categoria dei soggetti punibili per tale reato ed, infine, lo scambio di informazioni nel settore fiscale. Per quanto concerne quest’ultimo decreto esso attua la direttiva UE n. 2015/2376 relativamente allo scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale, con il fine di rafforzare lo scambio di informazioni sui ruling preventivi transfrontalieri e sugli accordi preventivi sui prezzi di trasferimento. Tale scambio, in particolare, da facoltativo diventa obbligatorio. La Fondazione Italia sociale . Il Consiglio dei Ministri procede, poi, con l’approvazione dello statuto della Fondazione Italia sociale dell’impresa sociale e della disciplina del Servizio civile universale. Lo scopo della Fondazione è quello di sostenere la realizzazione e lo sviluppo di interventi innovativi da parte di enti del Terzo settore impegnati nella produzione di beni e servizi con un elevato impatto sociale e occupazionale. Tale fine verrà realizzato mediante l’apporto di risorse finanziarie e di competenza gestionali.