Autostrade Brennero, no alla sospensione della gara per la gestione del servizio di rifornimento

Il precedente gestore non può continuare l'attività perché è scaduto il termine previsto dal contratto

Gestione del servizio di distribuzione carburanti, respinta la sospensiva della Total Italia contro Autostrade del Brennero . A deciderlo è stata la quarta sezione del Consiglio di Stato che con l'ordinanza 227/07 depositata lo scorso 16 gennaio e qui leggibile nei documenti correlati ha condannato la società al pagamento delle spese del giudizio cautelare, da ripartire in parti uguali tra le resistenti, liquidate in 4 mila euro . Palazzo Spada ha respinto il ricorso della Total Italia Spa contro la gara indetta dalla società autostradale per la gestione del servizio di distribuzione carburanti lungo la tratta Brennero-Modena la cui area Adige Est era stata precedentemente attribuita alla stessa Total. Del resto, il termine previsto dal relativo contratto era scaduto e quindi la stazione appaltante aveva indetto una nuova gara per affidare la gestione di quel tratto autostradale. I giudici di piazza Capo di Ferro, nel confermare l'ordinanza 122/06 del Trga Trentino Alto Adige qui leggibile nei documenti correlati , hanno sostenuto che l'impugnativa risulta rivolta nei confronti del bando di gara per l'affidamento della gestione dei servizi in parola e che la sospensione dell'efficacia del bando stesso non può comportare, di per sé, la prosecuzione dell'attività precedentemente esercitata dalla ricorrente, essendo ormai scaduto il termine previsto in proposito dal relativo contratto .

Consiglio di Stato - Sezione quarta - ordinanza 16 gennaio 2007, n. 227 Presidente Riccio - Estensore Lodi Ricorrente Total Italia Spa Considerato che l'istanza cautelare presentata dalla Società ricorrente è in via prioritaria preordinata ad evitare il danno derivante dalla mancata prosecuzione dell'attività di gestione già esercitata nella tratta autostradale in questione Rilevato, tuttavia, che l'impugnativa risulta rivolta nei confronti del bando di gara per l'affidamento della gestione dei servizi in parola e che la sospensione dell'efficacia del bando stesso non può comportare, di per sé, la prosecuzione dell'attività precedentemente esercitata dalla ricorrente, essendo ormai scaduto il termine previsto in proposito dal relativo contratto Ritenuto, pertanto, che non sussistono i presupposti per l'accoglimento dell'istanza di sospensiva PQM Respinge l'appello Ricorso numero 10379/2006 . Condanna la Società al pagamento delle spese del giudizio cautelare, da ripartire in parti uguali tra le parti resistenti, liquidate nella misura complessiva di euro 4.000,00 quattromila . La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti. N.R.G. 10379/2006

Tar Trentino Alto Adige - Sezione di Trento - ordinanza 14 dicembre 2006, n. 122 Presidente Conti - Relatore Mosconi Ricorrente Total Italia Spa Per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione del bando di gara n. 20bis/2006, pubblicato in data 21 settembre 2006 sulla G.U.U.E. S 180 ed il successivo 26 settembre in G.U.R.I., Foglio delle inserzioni, n. 224, e dei relativi allegati Disciplinare di gara, Schema di contratto, Schema di disciplinare , col quale Autostrade del Brennero ha reiterato la procedura di gara per l'affidamento della gestione del servizio di distribuzione di carburanti ed attività collaterali nelle 8 aree di sosta lungo la tratta autostradale Brennero-Modena costituenti il Gruppo 2 e degli atti della relativa procedura. Detti atti sono in questa sede impugnati nelle parti, meglio precisate nel prosieguo, in cui stabiliscono un termine per la presentazione dell'offerta inferiore a quello minimo di legge e comunque assolutamente inadeguato a fronte del limite delle otto aree assegnabili a ciascun operatore, non prevedono la possibilità di indicare un ordine di preferenza delle aree in caso di presentazione di offerta per un numero di aree superiori ad otto non prevedono criteri tecnici di selezione dei concorrenti vincolano l'affidatario del servizio oil a garantire, nelle aree di sosta messe a gara, l'applicazione di un prezzo dei prodotti carbolubrificanti non superiore al prezzo di vendita relativo alla viabilità ordinaria consigliato dalla stessa compagnia petrolifera nell'ambito della regione o provincia ove è situata l'area di servizio di ogni altro atto presupposto, connesso e consequenziale, tra i quali la delibera presidenziale di aggiudicazione del 19 ottobre 2006, n. 924, di cui alla nota del 27 ottobre 2006, con la quale si comunica l'esito della procedura di affidamento a Total, che non figura aggiudicataria di alcuno dei lotti messi a gara, della nota datata 10 novembre 2006, con la quale Autostrade del Brennero comunica la necessità di avviare le procedure per il trasferimento della gestione dell'area di Adige Est da Total a Kuwait in esito alla gara, nonché dell'eventuale contratto che fosse stato per ipotesi stipulato tra la Concessionaria e gli affidatari dei lotti messi a gara. Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato presentata in via incidentale dal ricorrente Visti gli atti tutti prodotti dalle parti Udito il relatore Cons. Mario Mosconi e uditi altresì gli avvocati difensori comparsi per le parti come da verbale Visto l'art. 21 commi 7 e seguenti della Legge 1034/71 così come sostituito dall'art. 3 comma 1 della Legge 205/00 Riservata alla competente fase di merito la compiuta disamina di ciascuno dei molteplici profili di diritto sottoposti al vaglio del Collegio Ritenuti - sia pur ad un primo sommario esame e di iniziale delibazione - non ravvisabili profili di manifesta e palmare fondatezza Considerato il bilanciamento degli specifici interessi posti a confronto come attribuibili alle parti in causa ed il relativo singolo spessore qualificativo degli stessi Atteso altresì che il danno, per alcuni aspetti presumibilmente solo di mero fatto, non pare del tutto irreparabile PQM Respinge la suindicata domanda incidentale di sospensione. La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.