Il Governo alle prese con riordino dei corpi di polizia, documento unico degli autoveicoli e antiriciclaggio

Si è riunito nella serata del 24 maggio il Consiglio dei Ministri n. 31. Sui tavoli di Palazzo Chigi sono approdati tre decreti legislativi di attuazione della riforma Madia relativi, in particolare, alla revisione dei ruoli delle forze di polizia, al Corpo nazionale dei Vigili del fuoco e al Documento unico di proprietà degli autoveicoli. Sono state inoltre approvate disposizioni sul riordino delle Forze Armate ed è stata attuata la direttiva UE 2015/849 in materia di antiriciclaggio.

Diversi i temi affrontati dal Governo nel Consiglio dei Ministri n. 31, riunitosi nella serata del 24 maggio Corpi di polizia. Nell’ambito della riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, in attuazione della legge di riforma della P.A., sono stati revisionati i ruoli delle forze di polizia ed in particolare di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia penitenziaria puntando all’efficienza delle istituzioni preposte alla tutela dei cittadini. In merito al corpo dalla Polizia penitenziaria, il Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha espresso soddisfazione per l’approvazione del decreto che conclude un percorso di riordino e riallineamento con le altre forze armate e di polizia , definito dal Guardasigilli un traguardo importante . Anche il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco è stato oggetto di riordino finalizzato al miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza. Su proposta del Ministro della difesa Pinotti, il Governo ha approvato anche un decreto legislativo che detta disposizioni per il riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze Armate per equiparare il loro ordinamento con quello delle Forze di polizia ad ordinamento civile. Documento unico di proprietà degli autoveicoli. Nell’ambito della razionalizzazione dei processi di gestione dei dati di circolazione e di proprietà degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi, è stato approvato un decreto che introduce, dal 1 luglio 2018, un documento unico di circolazione che sostituirà l’attuale certificato di proprietà del veicolo di competenza dell’ACI e il libretto di circolazione prodotto dalla Motorizzazione civile. Normativa antiriciclaggio. In attuazione della direttiva UE 2015/849, il Governo ha approvato un decreto legislativo che adotta disposizioni più severe in materia di antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento delle attività terroristiche. In particolare il testo si rivolge alle persone fisiche e giuridiche che operano in ambito finanziario, oltre che ai professionisti tenuti all’osservanza di specifici obblighi della clientela e di segnalazione delle operazioni sospette. Il decreto istituisce il Registro dei titolari effettivi di persone giuridiche e trust, allo scopo di accrescere la trasparenza e di fornire alle autorità strumenti efficaci per la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. E’ prevista altresì la centralizzazione, in un’apposita sezione del registro delle imprese, delle informazioni sulla titolarità effettiva dei trust produttivi di effetti fiscali .