Elezioni forensi? Ci siamo quasi, alla Camera l’ultima parola

Per le elezioni forensi c’è ancora speranza. L’infinita questione sembra essersi sbloccata proprio ieri, 12 aprile 2017, quando la commissione Giustizia del Senato all’unanimità ha approvato in sede deliberante il testo del d.d.l. Falanga. In attesa del passaggio alla Camera, l’ANF si dice soddisfatta e auspica ad una rapida approvazione.

Ieri, 12 aprile 2017, la commissione Giustizia del Senato ha approvato in sede deliberante il testo del disegno di legge Falanga sulle nuove elezioni forensi. Ora si attende il passaggio alla Camera. Il passo avanti del d.d.l. Falanga. Tra stop e ripartenze la riforma delle elezioni forensi vede la luce in fondo al lungo tunnel che ha dovuto percorre in questi ultimi anni. Il Segretario Generale dell’ANF Luigi Pansini si dice soddisfatto e auspica che la Camera proceda rapidamente. La situazione era ferma da tempo e diversi Coa stavano ormai avanzando in regime di prorogatio . Altri, invece, hanno assunto iniziative autonome come il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino che ha approvato un Regolamento elettorale interno per il rinnovo del Consiglio dichiarando, fra l’altro, le difficoltà incontrate in tale decisione, e sollecitando il Legislatore ad intervenire il prima possibile. Il d.d.l. Falanga sul Regolamento elettorale forense approvato dalla commissione Giustizia, come dichiarato da Pansini, assicura il rispetto della tutela di genere e delle minoranze, secondo anche quanto indicato nelle sentenze del TAR Lazio e del Consiglio di Stato in seguito ai ricorsi presentati dall’ANF per ottenere l’annullamento del regolamento del Ministero della Giustizia del 2014 . Il Segretario dell’Associazione Nazionale Forense auspica che il Guardasigilli, la politica e l’Avvocatura si rendano conto che anche per il CNF sono più che mai necessari regole democratiche e separazioni dei poteri , allo scopo di rendere credibile ed autorevole l’Avvocatura stessa nel paese, tra i cittadini e tra i colleghi .