Lavoro nero: l'INAIL diffonde le modifiche sulle sanzioni

Annullamento delle sanzioni civili, con termine di prescrizione per il loro rimborso, in caso d'impiego di lavoratori subordinati senza instaurazione del rapporto di lavoro questo è il contenuto della circolare INAIL n. 31 del 28 luglio 2017.

La Corte Costituzionale, con la sentenza 13 novembre 2014, n. 254 , ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell'articolo 36- bis , co. 7, lett. a , del d.l. 4 luglio 2006, n. 223 convertito, con modificazioni, dalla l. 4 agosto 2006, n. 248. Istruzioni. Con la nota della Direzione Centrale Rischi 5 dicembre 2014, prot. n. 7828, sono state fornite prime istruzioni per l’annullamento delle sanzioni civili calcolate secondo il predetto articolo 36 -bis , in presenza di contenzioso amministrativo o giudiziale pendente, in particolare a seguito di opposizione alle cartelle di pagamento. INAIL, attraverso la circolare n. 31 del 28 luglio 2017, fornisce indicazioni in merito al termine prescrizionale da applicarsi alle domande di rimborso presentate dai datori di lavoro che hanno versato, a suo tempo, le somme in questione a titolo di sanzione civile, riassumendo, con l’occasione, la disciplina delle sanzioni civili per i casi di impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro, a seguito delle modifiche apportate dall’art. 22 del d.lgs. 14 settembre 2015, n. 151 già illustrate con nota della Direzione Centrale Rischi 5 novembre 2015, prot. n. 7465. Fonte www.lavoropiu.info

TP_LAV_17MinLav31_s