Processo Civile Telematico: lo stato dell’arte al 31 gennaio 2018

Sono stati resi noti, sul portale dei servizi telematici del Ministero della Giustizia, i dati relativi all’andamento del Processo Civile Telematico aggiornati al 31 gennaio 2018.

Depositi. Sono oltre 8 milioni e 500 mila gli atti depositati in via telematica da avvocati e professionisti da febbraio 2017 a gennaio 2018. Lo rende noto il Ministero della Giustizia con la pubblicazione dell’ormai consueto stato dell’arte del PCT, aggiornato al 31 gennaio 2018. I dati dimostrano la costante crescita del telematico con un confronto delle medie mensili dei depositi telematici tra il periodo febbraio 2016 gennaio 2017 e febbraio 2017 gennaio 2018 che si assesta al +5%. Indirizzi elettronici. Il Registro Generale degli Indirizzi Elettronici conta orami 1.102.418 soggetti attivi, di cui quasi 256mila avvocati e il 94% muniti di indirizzo PEC. Nel Registro PEC delle Pubbliche Amministrazioni sono invece iscritte 1.223 PP.AA., di cui il 61% munite di PEC. Provvedimenti nativi digitali. Da febbraio 2017 a gennaio 2018, i provvedimenti nativi digitali depositati dai magistrati sono stati 4.655.246, di cui oltre 1 milione e 400 mila verbali d’udienza, 397mila decreti ingiuntivi e 305mila sentenze 305.009, per l’esattezza , il 17% in più rispetto al mese di gennaio dello scorso anno. Infine le statistiche testimoniano i 10milioni di accessi quotidiani al servizio online di consultazione dei dati e fascicoli.

PP_OSS_CIV_18PSTstatodellartePCT_s