Legittima difesa come nel Far West

Il testo passa alla Camera. Modificato l'articolo 52 del codice penale. Si può reagire per difendere beni e quando c'è anche solo il pericolo di aggressione

Un ulteriore scontro tra maggioranza e opposizione si è registrato ieri al Senato sul disegno di legge riguardante la legittima difesa che, approvato da Palazzo Madama, passa adesso all'esame della Camera. A favore del provvedimento si sono espressi i senatori del Centrodestra, mentre tutta l'opposizione ha votato contro il testo è leggibile tra i documenti correlati . Durante l'esame dell'Aula è stato approvato un emendamento di Luigi Bobbio An con il quale è stato esteso il principio della legittima difesa per i beni anche ai negozianti e agli uffici privati, mentre secondo il testo predisposto da Furio Gubetti Fi il principio è esteso anche alle adiacenze immediate dell'abitazione e in particolare alle scale ed ai cortili che conducono alle abitazioni private. La norma approvata modifica l'articolo 52 del Codice penale che stabilisce il principio di proporzione tra l'aggressione e la difesa dell'aggredito. Fortemente voluto dal Centrodestra, il provvedimento deroga a questo principio di proporzione quando l'aggredito deve difendere la propria incolumità o quella di persone che gli stanno vicino. Allo stesso modo non si tiene conto del principio di proporzionalità quando viene aggredito un bene, non c'è desistenza dal furto e c'è pericolo d'aggressione per una persona. Questo disegno di legge, voluto dal Centrodestra, è un esperimento di scempio del diritto, e in prticolare dell'istituto della legittima difesa ha detto il responsabile Giustizia per i Ds, Massimo Brutti. Con queste norme - ha aggiunto - la Casa delle Libertà intende legittimare l'uso delle armi anche quando non vi sia proporzione tra offesa e reazione. È una legge breve, ma in realtà costituisce un colpo di piccone ai principi generali del diritto penale. Contiene norme eversive perché spingono i cittadini a mettere mano alle armi anche contro la sola minaccia di un'aggressione . Secondo Brutti La vera ragione politica di questo provvedimento sta nel fallimento del governo proprio su questo terreno delle politiche della sicurezza. I reati aumentano, le rapine sono a un livello mai toccato negli ultimi decenni, i furti negli appartamenti sono in crescita, la sicurezza si incrina. E qual è la risposta del Centrodestra? Armare di pistola commercianti e cittadini . Secondo la maggioranza, invece, il Ddl sulla legittima difesa è un chiaro segno che i parlamentari della Casa delle Libertà sono dalla parte dei cittadini che si trovano a fronteggiare i delinquenti nel proprio domicilio. Secondo il vicepresidente dei senatori di Forza Italia, Lucio Malan si tratta anche di una vittoria dell'iniziativa parlamentare, poiché il provvedimento è stato proposto dal senatore Gubetti, fatto proprio dal gruppo di Forza Italia e sostenuto da tutta la Cdl .

Senato della Repubblica Modifica all'articolo 52 del Codice penale in materia di diritto all'autotutela in un privato domicilio Ddl 1899/S ed altri con le modifiche, in neretto, approvate dall'aula 6 luglio 2005 Articolo 1 Diritto all'autotutela in un privato domicilio 1. All'articolo 52 del codice penale è aggiunto il seguente comma Nei casi previsti dall'articolo 614, primo e secondo comma, sussiste il rapporto di proporzione di cui al primo comma del presente articolo se taluno legittimamente presente in uno dei luoghi ivi indicati usa un'arma legittimamente detenuta o altro mezzo idoneo al fine di difendere a la propria o altrui incolumità b i beni propri o altrui, quando non vi è desistenza e vi è pericolo d'aggressione . La disposizione di cui al comma che precede si applica anche nel caso in cui il fatto sia avvenuto all'interno di ogni altro luogo ove venga esercitata un'attività commerciale, professionale o imprenditoriale.