Promossa la gestione Enav

L'Enta nazionale di assisteza al volo ha recuperato la serenità tra società e sindacati, ha valorizzato le risorse umane e condotto una buona pianificazione degli investimenti. Visto positivo per il biennio 2003-2004

Ente nazionale di assistenza al volo Enav , la Corte dei conti assolve la sua gestione per gli esercizi finanziari 2003 e 2004. Nella relazione trasmessa al Parlamento qui leggibile nei documenti correlati i giudici contabili hanno sottolineato come il nuovo Consiglio di amministrazione dell'Enav abbia assicurato la sicurezza della navigazione area, scopo primario dell'ente, attraverso un'attenta valorizzazione delle risorse umane e della pianificazione degli investimenti. A tutto ciò, si deve aggiungere la ritrovata serenità nei rapporti tra la Spa e le organizzazioni sindacali che rappresentano i controllori di volo. Una distensione che ha portato alla firma del nuovo contratto collettivo nazionale di lavoro, il quale dovrebbe migliorare l'efficienza operativa mediante il recupero di autonomia aziendale nella predisposizione dei turni e un più flessibile utilizzo delle ore di lavoro aggiuntive eccedenti i minimi operativi. Alcuni effetti si possono già toccare con mano, si pensi, ad esempio alla riduzione delle ore di astensione dal lavoro che ha sfiorato i minimi storici solo 20 ore nel 2004 rispetto alle 28 del 2003 e alle 88 del 2002 . La valorizzazione delle risorse umane - già di elevata professionalità - è proseguita con il rafforzamento della politica di formazione continua che, nel periodo di riferimento, ha coperto 74.701 ore per una spesa complessiva nei due esercizi di euro 1.454.000. Il nuovo Consiglio di amministrazione ha accelerato anche, hanno continuato i magistrati contabili, l'opera di ammodernamento e implementazione degli apparati e dei sistemi integrati e degli altri supporti tecnologici necessari all'esercizio del controllo del traffico aereo. Tuttavia, ha concluso Viale Mazzini, anche se la società dovrà adottare misure contenitive dei costi di gestione, che del resto si ripercuotono sulle tariffe praticate ai vettori aerei, dopo gli esercizi 2003 e 2004 l'Enav si è avvicinata sensibilmente al modello strutturale e funzionale al quale la sua trasformazione in Spa era preordinata. cri.cap