Bisogna incentivare i servizi telematici: sono tutti d’accordo

Siglati i protocolli tra il direttore dell’Agenzia, Attilio Befera, e i presidenti delle quattro associazioni dei tributaristi aperta la via all’utilizzo massimo dei servizi telematici dell’Amministrazione finanziaria. Il Fisco garantisce risposte celeri, in 10 giorni lavorativi, alle richieste pervenute tramite Civis e Pec. Accordo di analogo tenore è stato sottoscritto tra le Entrate e la Claai, la Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane.

Il telematico snellisce . Le associazioni si impegnano a promuovere l’utilizzo del canale telematico presso i loro iscritti, sensibilizzandoli ad adoperare i canali Civis e Pec, in modo tale da limitare le richieste presso gli uffici esclusivamente per le questioni non risolvibili per via telematica. L’Agenzia, da parte sua, offre la garanzia di esaminare ogni richiesta di assistenza e fornire risposta a quelle inviate tramite Civis e Pec, entro un massimo di 10 giorni lavorativi. Nell’ipotesi di questioni non risolvibili tramite i canali telematici, gli intermediari avranno la possibilità di usufruire di un appuntamento prioritario presso gli uffici dell’Agenzia. Lo scopo è di ridurre l’afflusso presso gli uffici e razionalizzare i costi degli adempimenti fiscali. L’accordo firmato il 18 gennaio 2013 tra le Entrate e la Claai Confederazione delle Libere Associazioni Artigiane Italiane prevede che l’amministrazione finanziaria fornisca, entro un massimo di 10 giorni lavorativi, risposta alle richieste di riesame in autotutela pervenute tramite Civis e di assistenza inviate all’indirizzo di Pec. Un Osservatorio sul territorio per rispettare gli accordi. Per il rispetto degli accordi pattuiti è stato istituito un Osservatorio che consenta di monitorare l’andamento delle attività intraprese sul territorio e valutare i problemi nella erogazione e fruizione dei servizi fiscali. L’Agenzia delle Entrate e i tributaristi si impegnano inoltre a promuovere iniziative di formazione dedicate ai canali di comunicazione telematica e offrire reciproca assistenza a livello nazionale.