Scelte cinque per mille, in testa la ricerca contro il cancro

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato ieri gli elenchi con i dati relativi al numero delle preferenze espresse nel 2015. Ricerca scientifica e volontariato sono i due comparti che hanno raccolto più fondi.

Le scelte del cinque per mille non cambiano. Continua a guidare la classifica degli enti impegnati nella ricerca sanitaria e scientifica l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro che ha raccolto 65 milioni di euro , mentre Emergency resta in vetta tra gli enti del volontariato con 13,4 milioni di euro seguita dalla ONLUS di Medici senza Frontiere più di 10 milioni di euro . Gli elenchi. I dati si riferiscono al 2015 e sono stati diffusi ieri dall’Agenzia delle Entrate dopo aver svolto approfondite attività di verifica. Sul sito dell’Amministrazione finanziaria sono stati infatti pubblicati gli elenchi con i dati relativi al numero delle preferenze espresse dai contribuenti nel 2015 per la destinazione del cinque per mille e gli importi attribuiti agli Enti che hanno chiesto di accedere al beneficio. Gli elenchi sono divisi in base alle categorie di beneficiari enti del volontariato 39.168 , ricerca scientifica 421 , ricerca sanitaria 106 , Comuni 8.088 e associazioni sportive dilettantistiche 7.060 . Il record raggiunto dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro è dovuto al doppio successo riscosso sia come ente impegnato nella ricerca sanitaria sia tra quelli che operano nel settore della ricerca scientifica. Nel primo caso, sono 357mila le scelte espresse grazie alle quali il beneficio raggiunge i 16,5 milioni di euro. Per quanto riguarda invece la ricerca scientifica, sono più di 1 milione le scelte che premiano il lavoro dell’Associazione cui vanno più di 40 milioni di euro. In totale, considerando tutti i diversi settori, incluso quello del volontariato, i fondi destinati all’AIRC sfiorano i 65 milioni di euro.