Firmata la convenzione per l’anticipazione di un semestre del tirocinio forense

Il CNF e la Conferenza Nazionale dei Direttori di Giurisprudenza e Scienze Giuridiche hanno firmato, lo scorso 24 febbraio, la convenzione quadro relativa all’anticipazione di un semestre di tirocinio per l’accesso alla professione forense durante l’ultimo anno del corso di studi in giurisprudenza.

Con la firma della convenzione quadro tra CNF e Conferenza Nazionale dei Direttori di Giurisprudenza e Scienze Giuridiche , prende forma la possibilità per gli studenti di giurisprudenza di anticipare, nell’ultimo anno di corso, un semestre della pratica forense. La convenzione quadro disciplina le modalità di svolgimento di tale tirocinio idonee a garantire la frequenza dei corsi e la proficua conclusione degli studi universitari, nonché l’effettiva frequenza dello studio professionale . Requisiti e modalità. I Consigli dell’Ordine potranno dunque stipulare apposite convenzioni con le diverse Università per l’anticipazione di un semestre di tirocinio in costanza degli studi universitari e prima del conseguimento della laurea. Gli interessati dovranno aver già ottenuto crediti nei settori di diritto privato, diritto processuale civile, diritto penale, diritto processuale penale, diritto amministrativo, diritto costituzionale, diritto dell’Unione europea. Al termine del semestre anticipato di tirocinio, lo studente tirocinante redige una relazione finale dettagliata sulle attività svolte, sottoscritta dal professionista e dal tutor accademico, nel caso in cui si sia in presenza di convenzioni specifiche tra l’università ed il COA. La relazione dovrà essere depositata presso il Consiglio dell’Ordine che, sulla base delle verifiche svolte, rilascia allo studente tirocinante un attestato di compiuto tirocinio semestrale.