Avvocati e studenti mai stati più vicini grazie al progetto “Alternanza scuola lavoro”

Cos’è Alternanza scuola lavoro ? Quali sono le finalità che persegue? Le risposte a queste domande sono contenute nel protocollo d’intesa sottoscritto dal Consiglio Nazionale Forense e dal Ministero dell’Istruzione l’ottobre scorso e che, ad oggi, può dirsi finalmente avviato. I fortunati sono i ragazzi di tre licei pugliesi che, per primi, avranno l’occasione di sperimentare la professione forense attraverso una più approfondita conoscenza della cultura della legalità.

CNF e MIUR hanno dato vita al progetto nazionale Alternanza scuola lavoro con il protocollo d’intesa sottoscritto a Roma il 3 ottobre 2016. Il fine? La cultura della legalità. La finalità del progetto è innanzitutto quella di promuovere, in tutte le scuole del nostro Paese, la cultura della legalità, attraverso l’approfondimento delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica. CNF e MIUR convengono sull’opportunità di attivare percorsi formativi che combinino lo studio teorico d’aula con forme di approfondimento pratico svolte nel contesto professionale forense al fine di rendere gli studenti in grado di acquisire conoscenze, abilità e competenze in merito al ruolo dell’avvocato nella società. Il programma minimo comune. Per la realizzazione del progetto è stato elaborato un programma minimo comune che individua gli argomenti che dovranno inserirsi obbligatoriamente nel piano triennale dell’offerta formativa, quali l’introduzione al diritto, l’educazione alla legalità e ai valori della democrazia, l’educazione della cittadinanza e al dialogo tra le culture e ancora lo svolgimento di un modulo pratico di esperienze sul campo con l’assistenza di avvocati.

PP_PROF_17ProIntMIURCNF_s