Il Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria dice no alla task force proposta dal CSM

Il Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria, con un comunicato stampa del 7 marzo 2017, fa sentire il proprio disappunto nei confronti delle proposte del CSM, relative alla riforma della Giustizia tributaria e alla soppressione delle Commissioni Provinciali e Regionali.

Non concorda il Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria con il piano del CSM, che proponeva una soluzione per ridurre il peso delle cause tributarie pendenti. Il No alla proposta del CSM. Il Consiglio di Presidenza della Giustizia tributaria, con il comunicato stampa del 7 marzo 2017, rende noto il proprio disappunto nei confronti di un’iniziativa del CSM. Il Consiglio Superiore della Magistratura proponeva la creazione di una task force composta anche da magistrati in pensione - per lo smaltimento dell’arretrato in Cassazione . Questo obiettivo seguirebbe ad un’auspicata riforma della Giustizia tributaria, con la soppressione delle commissioni provinciali e regionali . Il Consiglio ritiene che sia necessario, piuttosto che aumentare il grado di incertezza in cui opera la giurisdizione tributaria, incoraggiare e migliorare il lavoro dei magistrati tributari .