Appalti, per la documentazione l'impresa può rivolgersi ad un'agenzia specializzata

Accolto il ricorso di una società esclusa dalla gara perché sospettata di essere collegata ad altre partecipanti in comune, però, avevano solo le consulenze

Appalti, l'impresa che partecipa alla gara può rivolgersi ad un'agenzia specializzata nella preparazione della documentazione necessaria. Lo ha stabilito la prima sezione del Tar Veneto con la sentenza 727/06 depositata lo scorso 30 marzo e qui leggibile nei documenti correlati . I magistrati veneziani hanno accolto il ricorso di una società che si era vista escludere dalla gara indetta dalla Provincia di Verona per l'affidamento dei lavori di adeguamento funzionale e prevenzione incendi presso l'istituto Minghetti di Legnago. La Commissione aveva escluso automaticamente la ditta poiché sospettata di essere collegata ad altre imprese. La società esclusa, tuttavia, si era rivolta alla medesima agenzia per il disbrigo delle pratiche dato che la documentazione per partecipare al pubblico incanto era complessa. Il tribunale veneto nell'accogliere il ricorso della società ha chiarito che nessuna norma vieta a un'impresa che partecipa a una gara d'appalto di rivolgersi a un'agenzia specializzata nella preparazione della documentazione necessaria, né vengono in tal modo violati le disposizioni o i principi della normativa applicabile. Del resto, hanno continuato i magistrati amministrativi, nella realtà le imprese di non rilevanti dimensioni, sfornite delle conoscenze che occorrono per la regolare redazione della documentazione e delle offerte, tendono a rivolgersi ad agenzie o ditte che svolgono professionalmente tali attività. Il fenomeno, continua il Tribunale, si spiega con la stratificazione e la crescente farraginosità della normativa al riguardo, che rende difficile a società di limitata consistenza di dotarsi di uffici interni capaci di svolgere tali compiti. Per cui, hanno concluso i giudici veneziani, imporre un divieto a presidio della segretezza delle offerte costituirebbe un ostacolo alla libertà d'iniziativa economica privata, tutelata e garantita dall'articolo 41 della nostra Costituzione. cri.cap