Diritti umani: il nuovo Commissario è lo svedese Hammarberg

Succede nell'incarico ad Alvaro Gil Robles, apprezzato dall'Assemblea parlamentare per l'impegno profuso. Il nuovo Commissario ha collaborato con Onu, Unhcr, Amnesty International e Save the Children

Thomas Hammarberg, attualmente segretario generale del Centro internazionale Olof Palme in Svezia ed ex segretario generale di Amnesty International è stato eletto Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, dall'Assemblea parlamentare dell'Organizzazione APCE , riunita a Strasburgo in sessione plenaria. Hammarberg è stato eletto al secondo turno con 104 voti favorevoli, contro i 93 voti ottenuti dal polacco Marek Antoni Nowicki e i 33 suffragi espressi in favore del belga Marc Verwilghen. Il presidente dell'Assemblea parlamentare, René van der Linden ha proclamato l'elezione del secondo Commissario per i diritti umani, per un mandato di sei anni, non rinnovabile, a partire dal 1 gennaio 2006, auspicando che possa entrare in carica il prima possibile. Van der Linden ha reso omaggio all'eccellente qualità dei tre candidati e ha rivolto sincere congratulazioni al nuovo Commissario. Thomas Hammarberg svolgerà una delle funzioni più importanti nel sistema di protezione dei diritti dell'uomo del Consiglio d'Europa - ha sottolineato il presidente René van der Linden - L'Assemblea parlamentare spera di poter proseguire la stretta collaborazione già avviata con il suo predecessore, Alvaro Gil Robles, al quale rende omaggio per la sua eccellente attività . Soddisfazione è stata espressa anche dal segretario generale del Consiglio d'Europa. Il Commissario per i diritti umani apporta un contributo fondamentale al lavoro del Consiglio d'Europa, confermando l'autorità morale, giuridica e politica di cui gode l'Organizzazione in Europa ha detto Terry Davis, accogliendo con favore l'elezione di Thomas Hammarberg e ringraziando Gil Robles per la qualità dell'impegno profuso. Hammarberg ha ricoperto in passato le cariche di rappresentante speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per i diritti dell'uomo, in Cambogia e di consigliere presso l'Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti dell'uomo. Durante la sua carriera è stato anche segretario generale della sezione svedese dell'organizzazione Save the Children. L'Ufficio del Commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa è un'istituzione indipendente, non giudiziaria, in seno al Consiglio d'Europa, i cui obiettivi sono promuovere la sensibilizzazione ai diritti dell'uomo sostenere le strutture nazionali a difesa dei diritti dell'uomo, identificare le lacune nelle legislazioni e nelle pratiche in relazione alle garanzie dei diritti dell'uomo e favorire la piena e completa attuabilità di tali diritti nell'insieme dei 46 paesi membri del Consiglio d'Europa. Il Commissario, in tale ottica, effettua delle visite regolari negli Stati membri, per dialogare con i Governi e la società civile e stabilire relazioni efficaci sulle questioni pertinenti al suo mandato.