Magistrati onorari in sciopero contro Palazzo Chigi

Nonostante le rassicurazioni del Guardasigilli, incontrato martedì scorso, la Federmot chiede alla Presidenza del Consiglio segnali precisi rinnovi illimitati per Goi e Vpo e l'abrogazione della disposizione che sopprime i magistrati onorari di Tribunale

Se la Presidenza del consiglio non si assumerà l'impegno di recepire tempestivamente le proposte che saranno concordate tra la Federmot Federazione magistrati onorari di tribunale e il ministro della Giustizia gli onorari sciopereranno. Il sindacato aveva già deciso un pacchetto di cinque giornate di sciopero per i primi di dicembre poi sospeso per favorire un clima di sereno confronto , poi però, nonostante le buone intenzioni del Guardasigilli Clemente Mastella, da Palazzo Chigi non sono arrivati segnali rassicuranti. Nella Finanziaria 2007, infatti, sostiene un comunicato della Federmot, non è stata recepita neppure una delle proposte avanzate dalla categoria. A questo punto urge, secondo il sindacato, un chiarimento politico altrimenti ci saranno una serie di scioperi il primo dei quali avrà inizio dal prossimo 29 gennaio al 2 febbraio. Per evitarlo la Presidenza del consiglio dovrà assumersi l'impegno a recepire tempestivamente le proposte che saranno concordate tra la Federmot e il ministro della Giustizia ma soprattutto dovrà garantire l'inserimento nella legge di conversione del decreto mille proroghe di un emendamento governativo volto a prevedere la possibilità per i magistrati onorari di tribunale di essere confermati nell'incarico per un illimitato numero di volte sino all'età pensionabile, l'accorpamento in un unico gettone giornaliero delle due indennità di udienza attualmente previste per legge a favore dei magistrati onorari di tribunale ed infine l'abrogazione della disposizione di legge che prevede, a decorrere dal 2 giugno 2008, la soppressione dei magistrati onorari di tribunale. Una protesta, questa degli onorari, tutta rivolta a Palazzo Chigi ma non al ministro della Giustizia, che i vertici della federazione hanno incontrato martedì scorso. Il Guardasigilli ha confermato l'intenzione di valutare l'opportunità di un complessivo riordino della categoria che assicuri la permanenza in servizio dei 3.800 giudici onorari di tribunale e vice procuratori onorari fino all'età pensionabile, con l'attribuzione di nuove più specifiche competenze e di un trattamento economico dignitoso. Mastella ha anche affermato che entro l'anno sarà risolto il problema dei 700 Got e Vpo il cui mandato scadrebbe il 31 dicembre 2007. I magistrati onorari, però, attendono segnali positivi da Palazzo Chigi.