Parlamento europeo: il ritiro della patente di guida in un Paese UE dovrà essere valido in tutta l'Unione

La fine all’impunità della guida pericolosa è un obiettivo del Parlamento europeo. Le infrazioni gravi al codice della strada, come l'eccesso di velocità o la guida in stato di ebbrezza, dovranno comportare il ritiro della patente in tutta l'UE. La posizione del Parlamento sulle norme che regolano l’applicazione a livello UE di alcune decisioni di ritiro della patente di guida è stata adottata in prima lettura con 372 voti favorevoli, 220 contrari e 43 astensioni.

Attualmente, se un conducente perde la patente in conseguenza di un' infrazione stradale commessa in un Paese dell'UE diverso da quello dove è avvenuto il rilascio della patente , la sanzione sarà applicabile nella maggior parte dei casi, solo nel Paese in cui è stata commessa l'infrazione. Le nuove norme invece, una volta adottate definitivamente, faranno sì che la decisione sia imposta al Paese dove la patente è stata rilasciata così da garantire che la sospensione, la restrizione o la revoca della stessa patente di guida sia applicata in tutti i Paesi UE. I deputati propongono di aggiungere la guida senza una patente valida all'elenco delle infrazioni stradali gravi , come la guida in stato di ebbrezza o l'incidente stradale mortale, che fanno scattare l'obbligo di scambio di informazioni sul ritiro della patente. Anche la guida a 50 km/h oltre il limite di velocità dovrebbe rientrare tra le infrazioni gravi che potrebbero comportare il ritiro della patente. I deputati propongono inoltre una soglia più basa per le aree residenziali, per cui superare di 30 km/h il limite di velocità già dovrebbe poter comportare la perdita o la sospensione della patente. In ordine alle tempistiche , il Parlamento suggerisce di fissare un termine di massimo 10 giorni lavorativi entro cui i Paesi UE dovranno informarsi reciprocamente sulle decisioni circa il ritiro della patente di guida e un ulteriore termine di 15 giorni per decidere se il ritiro della patente sarà applicato in tutta l'UE. Il conducente interessato dovrebbe essere informato della decisione finale entro 7 giorni lavorativi. Le norme sul ritiro della patente fanno parte del pacchetto di proposte sulla sicurezza stradale presentato dalla Commissione nel marzo 2023 , che contiene anche norme sullo scambio transfrontaliero di informazioni sulle infrazioni stradali. Le proposte mirano a migliorare la sicurezza di tutti gli utenti della strada avvicinandosi il più possibile all' obiettivo di zero vittime nel trasporto stradale dell'UE entro il 2050 . Il Parlamento, con questo voto, ha chiuso la prima lettura essendo che il Consiglio non ha ancora adottato la propria posizione negoziale, sarà il nuovo Parlamento eletto nel giugno 2024 a continuare il lavoro su questa legge. Ha dichiarato il relatore del PE Petar Vitanov S& D, BG Sono convinto che questa direttiva non solo aiuterà a ridurre gli incidenti stradali, ma contribuirà anche a sensibilizzare i cittadini a una guida più responsabile e ad accettare le conseguenze della loro violazione, indipendentemente dal luogo dell'UE in cui si guida .