Benzina e diesel alle stelle: l'intervento urgente del Governo

Il Consiglio dei Ministri si è riunito martedì 10 gennaio 2023, a Palazzo Chigi, ed ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di trasparenza dei prezzi dei carburanti e di rafforzamento dei poteri di controllo e sanzionatori del Garante prezzi.

In particolare nel periodo gennaio-marzo 2023, il valore dei buoni benzina ceduti dai datori di lavoro privati ai lavoratori dipendenti, nel limite di euro 200 per lavoratore , non concorre alla formazione del reddito da lavoro dipendente ed il termine è stato prorogato al 31 dicembre 2023 si rende giornaliero l’ obbligo per gli esercenti l’ attività di vendita al pubblico di carburante per autotrazione per uso civile di comunicare il prezzo di vendita praticato. Il prezzo medio giornaliero nazionale comunicato e pubblicato dal Ministero delle imprese dovrà essere esposto, da parte degli esercenti, insieme al prezzo da essi praticato e si è stabilito che, in presenza di un aumento eventuale del prezzo del greggio e quindi del relativo incremento dell’ IVA in un quadrimestre di riferimento, il maggiore introito incassato in termini di imposta dallo Stato possa essere utilizzato per finanziare riduzioni del prezzo si rafforzano le sanzioni amministrative in caso di violazione , da parte degli esercenti, degli obblighi di comunicazione e pubblicità dei prezzi in caso di recidiva, la sanzione può giungere alla sospensione dell’attività per un periodo da 7 a 90 giorni si rafforzano le interazioni tra il Garante prezzi e l’ Antitrust , per reprimere sul nascere condotte speculative . Allo stesso fine, si irrobustisce la collaborazione tra Garante e Guardia di Finanza viene istituita una Commissione di allerta rapida per la sorveglianza dei prezzi finalizzata ad analizzare nel confronto con le parti le ragioni dei turbamenti e definire le iniziative di intervento urgenti. Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giorgia Meloni e del Ministro per la protezione civile e le politiche del mare Nello Musumeci, ha approvato anche un decreto-legge che prevede interventi urgenti in materia di protezione civile e di ricostruzione a seguito di eventi calamitosi , al fine di garantire la continuità, la tempestività, la semplificazione e l’efficacia dell’attività di ricostruzione nelle zone dell’Italia centrale colpite dai terremoti del 2009 e del 2016. Infine, è stato approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di procedure di ripiano per il superamento del tetto di spesa per dispositivi medici . Il documento rinvia al 30 aprile 2023 il termine entro il quale le aziende fornitrici di dispositivi medici sono tenute ad adempiere all’obbligo di ripiano del superamento del tetto di spesa posto a loro carico, effettuando i versamenti in favore delle singole regioni e province autonome .

Decreto-legge 14 gennaio 2023, n. 5 in G.U. del 14 gennaio 2023, n. 11