Ministero della Giustizia: avviso per la stabilizzazione di 1200 operatori giudiziari

L’assunzione a tempo indeterminato, per complessive 1200 unità, è riservata al personale in servizio con la qualifica di operatore giudiziario a tempo determinato in possesso di determinati requisiti.

Ministero della Giustizia - 10 novembre 2022, avviso di stabilizzazione operatori giudiziari

La procedura di stabilizzazione , ovvero di assunzione a tempo indeterminato, indetta dalla Direzione generale del personale e della formazione del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi, è riservata al personale in servizio con la qualifica di operatore giudiziario, Area II F1, a tempo determinato in possesso dei requisiti di cui all'art. 17- ter , l. n. 79/2022 di conversione del d. l. n. 36/2022 recante ulteriori misure urgenti per l' attuazione del PNRR . È legittimato ad aderire il personale dell'organizzazione giudiziaria che Risulti in servizio, successivamente alla data del 30 maggio 2022, con contratto a tempo determinato, presso l'amministrazione giudiziaria, con qualifica di operatore giudiziario Sia stato reclutato a tempo determinato, in relazione alle medesime attività svolte, con procedure selettive pubbliche espletate dall'amministrazione giudiziaria Abbia maturato alle dipendenze dell'amministrazione giudiziaria almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni senza demerito a decorrere dalla pubblicazione della legge. Le domande di adesione devono essere inoltrate tramite dalle ore 8 00 del 15 novembre ed entro le ore 15 00 del 2 dicembre 2022 , tramite procedura telematica attraverso l'utilizzo delle credenziali ADN, al sistema di gestione unica del personale SUP , nella sezione Gestione interpelli . Gli operatori che risulteranno idonei per possesso dei requisiti saranno assunti con contratto a tempo indeterminato, nella qualifica di operatore giudiziario, area funzionale II, fascia economica 1. La stabilizzazione sarà articolata in due fasi Immissione in ruolo a decorrere dal 02.01.2023 degli operatori che abbiano dichiarato di aver già maturato al momento di presentazione della domanda o di aver maturato al 31.12.2022 i requisiti di cui all'articolo 1 Seconda stabilizzazione immissione in ruolo a decorrere dal giorno successivo alla scadenza del contratto a tempo determinato degli operatori che abbiano dichiarato di maturare i requisiti di cui all'articolo 1 entro la fine dell'anno 2023, entro la data di scadenza del contratto a tempo determinato.