POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 10 dicembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
PROFESSIONE

società tra professionisti - STP | 07 Giugno 2013

STP al banco di prova: tra voglia di cambiamento, dubbi interpretativi e resistenze culturali

di Fabio Valerini - Avvocato cassazionista, Dottore di ricerca nell'Università di Roma Tor Vergata

L’entrata in vigore del d.m. 34/2013 e, cioè, del regolamento in materia di società per l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico rappresenta il punto di arrivo, sebbene non ancora completato specialmente con riferimento alla professione forense, di un percorso che recentemente ha interessato tutto il mondo delle professioni. 

Un mondo rappresentato non soltanto dalle professioni ordinistiche, ma anche dalle professioni non regolamentate in ordini recentemente oggetto di un intervento legislativo con la Legge n. 4 del 2013, che ha visto modifiche importanti e discusse: dal tema delle liberalizzazioni al tema delle tariffe professionali passando per la riforma degli ordini professionali e senza trascurare il punto centrale relativo alla qualità del servizio.
Ma lo speciale che www.dirittoegiustizia.it propone ai suoi lettori, nella speranza che possa rappresentare la base per suscitare il più ampio dibattito, è dedicato ad uno degli aspetti più significativi del mondo delle libere professioni, e, cioè, la possibilità di costituire società tra professionisti e società multidisciplinari con la presenza anche di soci di capitali.
Ecco allora che il percorso che proponiamo muoverà proprio dall’analisi dell’evoluzione normativa che consente di passare dallo studio associato alla società tra professionisti superando definitivamente l’anacronistico divieto del 1939.
L’esame delle norme proseguirà mettendo in evidenza alcuni snodi fondamentali dell’intersezione dei modelli societari con l’esercizio delle professioni intellettuali soffermandoci su alcuni aspetti fondamentali. In primo luogo, il ruolo dei soci di investimento nell’ambito delle società tra professionisti e, in secondo luogo, le modalità di coniugare l’attribuzione dell’incarico professionale alla società con la necessario svolgimento dell’attività da parte di un professionista iscritto all’albo.
Proprio in questa direzione richiameremo le norme dedicate alla tutela del cliente di una società tra professionisti fondate sulla previsione di obblighi informativi sin dal momento del conferimento dell’incarico e su un sistema di responsabilità anche disciplinare che non esclude certamente la responsabilità della società tra professionisti né dei singoli professionisti.
Da ultimo, approfondiremo le norme dedicate agli effetti tributari, previdenziali e di diritto fallimentare della società tra professionisti dedicando una speciale attenzione, anche e soprattutto in considerazione delle deroghe alla disciplina comune, alle società tra professionisti che coinvolgono gli avvocati.

 



— STP: l’esercizio organizzato delle professioni. Dallo studio associato alla società tra professionisti

— STP: il conferimento dell’incarico e gli obblighi informativi

— STP: la responsabilità del professionista e della società nell’esecuzione dell’incarico

— STP: l’organizzazione societaria e i suoi effetti tributari, previdenziali e di diritto fallimentare

— STP: le peculiarità delle società tra avvocati nel quadro delle società tra professionisti

— STP: domande e risposte