POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 23 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
RESPONSABILITÀ CIVILE e ASSICURAZIONI

responsabilità medica | 24 Marzo 2017

La riforma Gelli e la disciplina della medical malpractice: luci ed ombre di una legge priva di visione d’insieme

di Italo Partenza - Avvocato

La responsabilità sanitaria è oramai il punto di incontro e di scontro di differenti culture e mondi professionali, ognuno dei quali portatore di legittime visioni di problemi e sovente di possibili soluzioni. La legge 8 marzo 2017 n. 24 - di seguito più semplicemente Riforma Gelli - sembra rappresentare la voce di alcuni di questi mondi e dunque di essi si fa portavoce, rappresentandone convinzioni e valori.