POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 19 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS

Scelti per voi

L’appalto di opere pubbliche


Vai allo shop Vai allo shop

02 Marzo 2018

L’appalto di opere pubbliche

Tredicesima edizione

di Antonio Cianflone, Giorgio Giovannini, Vincenzo Lopilato (€ 180,00; pagine XXXVI - 2858)

L’opera, giunta alla tredicesima edizione, esamina i diversi aspetti del quadro normativo relativo alla disciplina dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, sulla quale è recentemente intervenuto il d.lgs. n. 50/2016, seguito l’anno successivo dal relativo correttivo. Conformemente alla consueta impostazione dell'opera, viene dato ampiamente conto della legislazione connessa, della dottrina e della giurisprudenza aggiornate alla data più recente.

Contenuti. Il volume, aggiornato alle novità apportate dalla legge di bilancio 2018, analizza i contenuti della disciplina, approfondendo le problematiche e segnalando le non rare criticità a partire dalle numerose e significative innovazioni introdotte dal legislatore nel 2016, tra cui l'ampliamento della sfera di discrezionalità riconosciuta alle stazioni appaltanti, il maggiore ruolo conferito al metodo della negoziazione tra le parti, la compiuta regolamentazione dell'istituto concessorio, per l'innanzi oggetto di limitate e lacunose norme, la più attenta considerazione dell'aggregazione della domanda tramite in specie il ricorso, talora obbligato, alle centrali di committenza. Si segnalano inoltre, tra le novità più important, la fissazione di regole a favore delle piccole e medie imprese, intese come strutture portanti dell'economia comunitaria, la semplificazione delle procedure anche attraverso l'implementazione degli strumenti informatici, le previsioni circa la nuova fonte di produzione della disciplina di dettaglio, in ordine alla quale la forma regolamentare è sostituita dal più duttile strumento delle linee guida, rimesse primariamente alla competenza dell'ANAC.