Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 22 ottobre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS

Scelti per voi

Tecnologia e diritto


Vai allo shop Vai allo shop

02 Ottobre 2017

Tecnologia e diritto

Fondamenti d’informatica per il giurista

di G. Ziccardi e P. Perri (€ 25; pagine 366)

 

L’obiettivo. Il volume ha un duplice proposito: da una parte vuole porre delle solide basi per il giurista che non conosce la tecnologia, dall’altra mira a disegnare dei percorsi di approfondimento per i lettori interessati a ad aumentare le proprie competenze. L’opera è frutto del contributo di vari Autori, professionisti e studiosi da oltre vent’anni delle tematiche oggetto di analisi, che hanno semplificato e schematizzato i temi trattati al fine di fornire un nucleo di “abilità” poco suscettibili ai cambiamenti tecnologici e utili anche agli studenti universitari che si trovano a dover creare, o consolidare, le proprie competenze informatiche.

Struttura dell’opera. Il volume è suddiviso in unità didattiche costituite da “blocchi” omogenei realizzati uniformando i contributi dei vari Autori e sottoposti ad una revisione finale da parte dei curatori dell’opera. Gli Autori hanno contribuito, infine, alla redazione di un Bibliografia essenziale posta alla fine dell’opera.

La scelta delle tematiche. I temi scelti, tutti prettamente informatici, si spingono fino a quella che viene definita la “terra di confine” rappresentata dai diritti dell’informatica per arrivare ad individuare le basi di alcuni istituiti e fenomeni che iniziano a prendere piede nella vita professionale. Viene prestata particolare attenzione alle parti inerenti la sicurezza personale e professionale, la deontologia e il comportamento responsabile da tenere online.

I curatori del volume. Giovanni Ziccardi è professore di informatica giuridica presso l’Università Statale di Milano e insegnante di criminologia informatica al Master di Diritto delle nuove tecnologie all’Università di Bologna. È autore di numerosi articoli e volumi in materia di sicurezza informatica e privacy, tra i quali il recente “Social media” (Giuffrè – Corriere della Sera, 2017) sull’uso responsabile dei social media da parte degli adolescenti. È coodirettore, con Pierluigi Perri, della collana “Informatica giuridica” (Giuffrè). Pierluigi Perri è avvocato e professore aggregato di Informatica giuridica avanzata presso l’università Statale di Milano, coordina il Corso di perfezionamento post-laurea in “Data protection e data governance”. Collabora con Giuffrè scrivendo monografie e contenuti scientifici in materia di diritto dell’informatica e information security.