POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 29 novembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Scelti per voi

Linee guida per la valutazione medico–legale del danno alla persona in ambito civilistico


Vai allo shop Vai allo shop

18 Marzo 2016

Linee guida per la valutazione medico–legale del danno alla persona in ambito civilistico

di Fabio Buzzi e Ranieri Domenici (pagine 706; € 68,00)

Nel 2001 l’assemblea dei partecipanti al Congresso nazionale della Società Italiana di Medicina Legale e delle Assicurazioni (SIMLA) ha elaborato una complessa definizione di danno biologico, da intendersi come nuovo genus di danno alla persona, presa in considerazione non più con riferimento agli aspetti di rendimento lavorativo, ma nella sua più ampia dimensione di socialità. Da allora, la SIMLA, sentita l’esigenza di provvedere ad una elaborazione di uno strumento valutativo del danno biologico, ha creato un ampio gruppo di lavoro ed è pervenuta alla creazione delle “Linee guida per la valutazione medico–legale del danno alla persona in ambito civilistico”, a cura di Fabio Buzzi e Ranieri Domenici.

La corretta applicazione, alle esigenze del diritto, di argomenti di natura biomedica. Il carattere peculiare dell’opera è proprio la sua natura di linee guida finalizzate ad applicare, in modo corretto, problematiche biomediche alle esigenze del diritto. Le “Linee guida per la valutazione medico–legale del danno alla persona in ambito civilistico”, a cura di Fabio Buzzi e Ranieri Domenici, sono uno strumento di suggerimento metodologico grazie al quale pervenire ad una stima ragionata del danno alla persona.
Il danno alla persona deve intendersi la menomazione dell’efficienza psico-fisica del soggetto, con riferimento anche agli aspetti dinamico–relazionali comuni a tutti.
La ratio delle “Linee guida per la valutazione medico–legale del danno alla persona in ambito civilistico” trova fondamento nella considerazione che le percentuali del danno biologico possono mutare nel tempo, in relazione a sopravvenienti acquisizioni sul significato menomativo di una condizione morbosa o delle sue conseguenze, ma il rischio si riduce se c’è una criteriologia di inquadramento diagnostico della malattia e dei suoi postumi.

Composizione dell’opera. Il manuale è strutturato in due parti, una generale ed una sistematica. La parte generale si occupa di trattare i principi ispiratori e la struttura delle “Linee guida per la valutazione medico–legale del danno alla persona in ambito civilistico”, i profili giuridici del danno biologico di interesse per l’attività medico legale, la metodologia valutativa del danno temporaneo e di quello permanente, il danno morale e la sofferenza soggettiva, la perdita di chance, la metodologia valutativa nei soggetti in età avanzata e le spese per cure e misure facilitative. La parte sistematica, ha carattere speciale, e si concentra sulle funzioni psichiche e relazionali, oltre a quelle strettamente fisiche.