POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 19 settembre 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |

Scelti per voi

Il giudizio ordinario di merito


Vai allo shop Vai allo shop

18 Settembre 2015

Il giudizio ordinario di merito

di Di Mauro di Marzio, Rosaria Giordano, Fortunato Lazzaro, Antonio Scarpa (pagine 658, € 65,00)

«La Giustizia civile è la società». Dunque, è profondamente umana, con le sue grandi questioni e i piccoli accadimenti che portano a ciascuno l’occasione di entrare in contatto con il “tempio della Giustizia”. Una giustizia che è diventata ormai, anche per il senso comune, troppo lenta e farraginosa per soddisfare quell’esigenza di ragionevole durata del processo pretesa dai cittadini e dal dettato costituzionale.
Problematiche e suggerimenti. Il processo civile è lo strumento di attuazione della tutela dei diritti, nonché il momento di affermazione delle regole della vita in società.
Un’analitica e dettagliata regolazione di tutti i momenti e di tutte le fasi del processo, contenuta nel codice di rito e nelle numerosissime riforme accavallatesi nel tempo, non sono più sufficienti a soddisfare il requisito della ragionevole durata del processo, richiesta dai cittadini e pretesa dalla nostra Costituzione.
Prendendo atto dell’urgente esigenza di intervenire su questo importante aspetto, il presente manuale rianalizza le regole che disciplinano il processo civile in maniera dinamica, concentrandosi non soltanto sulle interpretazioni ormai consolidatesi, ma anche e soprattutto sugli effetti e sulle conseguenza di alcune regolazioni per gli utenti e per gli operatori.
Il testo presta particolare attenzione ai nuovi strumenti già impiegabili nonostante alcune resistenze culturali (parliamo in primo luogo del processo telematico), alle prospettive delineatesi a seguito di modifiche già intervenute, alle iniziative comunicate dal Governo, nonché all’opportunità di intervenire sulla perdurante staticità di un risalente ordinamento giudiziario.
Gli autori. Le problematiche con cui quotidianamente gli “addetti ai lavori” e i cittadini vengono a contatto, nonché le prospettive future e i suggerimenti al legislatore sono illustrati da quattro autorevoli magistrati: Mauro di Marzio, Consigliere della Corte di Cassazione, magistrato ordinario e componente del Comitato scientifico del CSM, nonché membro della Commissione Vaccarella per la riforma del codice di rito; Rosaria Giordano, magistrato addetto all’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione, nonché dottore di ricerca in Tutela giurisdizionale dei diritti presso l’Università Tor Vergata di Roma e componente della direzione scientifica della rivista Giurisprudenza di merito e direttore dell’area Arbitrato e processo civile della rivista Giustiziacivile.com; Fortunato Lazzaro, Presidente agg. on. della Corte di Cassazione, che ha svolto le funzioni giurisdizionali, tra le altre, di Procuratore di Montefalco e di Roma, di addetto all’Ufficio del Massimario e alla terza sezione della Corte di Cassazione; e Antonio Scarpa, Consigliere della Corte di Cassazione, magistrato ordinario e già giudice civile presso i Tribunali di Nocera Inferiore e di Salerno, applicato all’Ufficio del Massimario della Suprema Corte.
I volumi. Il presente volume, “il giudizio ordinario di merito”, è il primo di cinque volumi dedicati al Processo civile, diretto dal Presidente agg. on. della Corte di Cassazione Fortunato Lazzaro. Gli altri quattro manuali tratteranno, nello specifico, i procedimenti alternativi al rito ordinario, i procedimenti non contenziosi, i procedimenti di esenzione e infine il giudizio di Cassazione.
La collana ”Processo civile” fa parte della linea editoriale “Pratica professionale”, ideata e realizzata da giuristi esperti sulle varie specializzazioni legali che, tramite accurate analisi dei concetti chiave e dei contrasti sorti in giurisprudenza e dottrina, rispondono agli interrogativi e alle questioni che sorgono quotidianamente nell’attività del professionista.