POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
lunedì 24 settembre 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Osservatorio Processo Telematico

PCT – prassi | 12 Settembre 2018

Nuove modalità d’uso del servizio pagamenti telematici: vademecum per gli utenti

Il Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia ha reso disponibile un vademecum che illustra le nuove modalità d’uso del servizio di pagamento telematico che dal 15 settembre prossimo cambierà veste grafica e sarà arricchito con nuove funzionalità.  

Da sabato 15 settembre il servizio pagamenti telematici avrà una nuova veste grafica e sarà arricchito con nuove funzionalità. Il Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia ha messo a disposizione degli utenti un vademecum che illustra l’utilizzo delle nuove funzioni fornite nell’area riservata del portale.
Il vademecum ricorda che «la Ricevuta Telematica restituita dal sistema, che attesta l’avvenuto pagamento, può essere utilizzata: in formato elettronico .xml firmato (è possibile scaricare il file firmato dal portale) – il file deve essere inserito nella busta di deposito come allegato di tipo ‘ricevuta di pagamento telematico’. Tale soluzione è obbligatoria in caso di deposito telematico; in formato cartaceo: stampando la ricevuta (la stampa in PDF è una funzione del portale) e consegnandola alla cancelleria alla stregua di una normale attestazione».

 



Qui il vademecum del Portale dei Servizi Telematici del Ministero della Giustizia