POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 19 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Osservatorio Processo Telematico

PCT – prassi | 07 Marzo 2018

Aggiornati gli schemi XSD per l’accesso al Fondo solidarietà coniuge

Il 6 marzo 2018 il Portale dei Servizi telematici del Ministero della Giustizia ha pubblicato i nuovi schemi XSD aggiornati relativi all’accesso al Fondo solidarietà coniuge.

Accesso al Fondo solidarietà e iscrizione a ruolo. Il Ministero della Giustizia ha reso noti, «al fine di consentire la più ampia diffusione delle modifiche che saranno apportate ai sistemi civili» con le modalità indicate nel comunicato del 5 marzo 2018, i nuovi schemi XSD aggiornati e riguardanti l’accesso al Fondo solidarietà coniuge (ex l. 208/2015, Legge di stabilità 2016).
Per consentire l’iscrizione a ruolo del procedimento per la richiesta di accesso del coniuge al Fondo a tutela del coniuge in stato di bisogno, «è stato introdotto nel registro di Volontaria Giurisdizione il nuovo oggetto con codice “411670” e descrizione “Fondo solidarietà ex l. n. 208/2015”; quest’ultimo è presente nell’XSD tipi-base.xsd».

Atto introduttivo e Model Office. Infine, il comunicato precisa che l’atto introduttivo è gestito attraverso l’elemento «Ricorso» presente nel XSD «Introduttivi.xsd», all’interno del quale è indicato il codice 411670. Gli altri XSD «denominati unep», e rilasciati all’interno del nuovo pacchetto, «riguardano funzionalità non ancora rilasciate».
Per quanto riguarda invece il Model Office per lo svolgimento delle «attività di test», questo è disponibile «con le modifiche sopra descritte».