Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 17 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Osservatorio Processo Telematico

PCT - giurisprudenza | 21 Dicembre 2017

Il ricorso è improcedibile se il ricorrente non attesta la conformità all’originale della relata di notifica telematica della sentenza impugnata?

di Rosa Villani - Avvocato

In tema di ricorso per cassazione, qualora la notificazione della sentenza impugnata sia stata eseguita con modalità telematica ai sensi dell’art. 3-bis l. n. 53/1994, per soddisfare l’onere di deposito della copia autentica della relazione di notificazione sancito, a pena di improcedibilità del ricorso, dall’art. 369, comma 2, c.p.c. il difensore del ricorrente, destinatario della notificazione, deve estrarre copie cartacee del messaggio di posta elettronica certificata pervenutagli e della relazione di notificazione redatta dal mittente ex art. 3-bis, comma 5, l. n. 53 cit., attestare con propria sottoscrizione autografa la conformità agli originali delle copie analoghe formate e depositare queste ultime presso la cancelleria della Corte entro il termine stabilito dalla disposizione codicistica. 

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza interlocutoria n. 30622/17; depositata il 20 dicembre)

E’ quanto affermato dalla Corte di Cassazione con l’ordinanza interlocutoria n. 30622 depositata il 21 dicembre 2017. Il fatto. L’attore proponeva azione revocatoria ordinaria dell’atto di costituzione di fondo patrimoniale...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.