POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
sabato 11 luglio 2020
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
Osservatorio Processo Telematico

decreto coronavirus | 27 Maggio 2020

Giustizia Amministrativa, protocollo d’intesa per le udienze da remoto con gli avvocati

di La Redazione, da ilprocessotelematico.it

Pubblicato, sul sito della Giustizia Amministrativa, il protocollo di intesa tra Presidente del Consiglio di Stato e organismi rappresentativi dell’avvocatura del foro pubblico e privato per le udienze da remoto.  

Ha trovato pubblicazione, sul sito della Giustizia Amministrativa, il protocollo di intesa tra Presidente del Consiglio di Stato e organismi rappresentativi dell’avvocatura del foro pubblico e privato (l’Avvocatura dello Stato, il CNF, il COA Roma e le Associazioni specialistiche degli avvocati amministrativisti, l’Organismo Congressuale Forense, l’Unione Nazionale Avvocati Enti Pubblici e l’Associazione Giovani Amministrativisti) per le udienze da remoto.

 

Come si legge nel testo del protocollo, esso è teso a «responsabilizzare le Parti verso un’applicazione dell’art. 4, comma 1, del decreto-legge 30 aprile 2020, n. 28 e delle relative linee guida del Presidente del Consiglio di Stato, informata ai principi di cooperazione e lealtà processuale, nell’ambito di un percorso teso a stimolare le migliori pratiche, diffondere l’informazione e l’invito alla leale collaborazione tra magistrati amministrativi e avvocati e tra gli avvocati, raccogliere l’adesione delle Parti ad alcune soluzioni di buon senso e valorizzare il contributo partecipativo e fattivo di tutte le componenti della Giustizia amministrativa, in uno sforzo comune che consenta di affrontare al meglio e con il giusto spirito questa fase processuale “emergenziale”».

(Fonte: ilprocessotelematico.it)

 

 

 


Clicca qui per consultare la sezione dedicata al decreto Coronavirus

 



Qui il protocollo d’intesa del Presidente del Consiglio di Stato del 26 maggio 2020