POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - DOTT. A. GIUFFRÈ EDITORE S.p.A.

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
giovedì 21 giugno 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Osservatorio Processo Telematico

PAT - prassi | 03 Novembre 2017

In vigore l’obbligo di versamento del contributo unificato con F24

Dal 1° novembre sono in vigore le nuove modalità di versamento del contributo unificato per i ricorsi promossi dinanzi al giudice amministrativo. Lo scorso 31 ottobre l’Agenzia delle Entrate e il Segretariato Generale della Giustizia Amministrativa hanno siglato un protocollo d’intesa che rende operativa la nuova ed esclusiva modalità di versamento tramite modello F24 Elide.

La Giustizia Amministrativa, dopo aver fornito precise istruzioni operative, ricorda che, a partire dal 1° novembre 2017, non saranno più accettati le diverse modalità di versamento prima previste per il contributo unificato (Mod. F23, Servizio postale, Lottomatica). L’unica modalità di versamento ammessa è infatti quella tramite il Modello F24 Elide, introdotto dall’art. 1 d.m. n. 113008/2017.



Qui il protocollo d'intesa siglato da Agenzia delle Entrate e Segretariato Generale della Giustizia Amministrativa