POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
martedì 15 ottobre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

assegno divorzile | 02 Settembre 2019

Nessun assegno se l’ex marito ha formato l’intero patrimonio della ex (che deve restituire quanto percepito nel frattempo e non più dovuto)

di Fabio Valerini - Avvocato cassazionista, Dottore di ricerca nell'Università di Roma Tor Vergata

Con l’ordinanza del 29 agosto 2019, n. 21926 la prima sezione civile della Cassazione ha chiuso la partita di uno dei divorzi più noti mediaticamente e più “consistenti” dal punto di vista economico (ma di cui per ottemperare all’ordine, ratione materiae, di non divulgare i dati in base alla legge sulla privacy non indicheremo i protagonisti neppure con le sigle onde evitare che si possano riconoscere comunque – sic!).  

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 21926/19; depositata il 30 agosto)

Una vicenda caduta in un periodo in cui la giurisprudenza di legittimità si è interrogata sull’assegno divorzile prima preferendo (con le sentenze del 2017) il criterio dell’autosufficienza economica invertendo la rotta rispetto...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.