POLITICA SULL'UTILIZZO DEI COOKIE - GIUFFRE' FRANCIS LEFEBVRE SPA

Questo sito utilizza cookie di profilazione di prima parte per offrirti un miglior servizio e per trasmetterti comunicazioni in linea con le attività svolte durante la navigazione. Puoi impedire l'utilizzo di tutti i Cookie del sito cliccando MAGGIORI INFORMAZIONI oppure puoi acconsentire all'archiviazione di tutti quelli previsti dal sito cliccando su ACCONSENTI.

Continuando la navigazione del sito l'utente acconsente in ogni caso all'archiviazione degli stessi.


> Maggiori informazioni

Acconsenti

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
venerdì 20 settembre 2019
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
Notizie a cura di La Stampa.it |
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

fecondazione assistita | 08 Agosto 2019

PMA: la morte del partner non ostacola il trasferimento intrauterino degli embrioni conservati

di La Redazione

Affinché sia possibile ottenere il trasferimento intrauterino degli embrioni conservati dopo la morte di uno dei due genitori, rilevano, oltre il divieto di soppressione embrionaria crioconservata e il divieto della crioconservazione oltre i limiti di cui all’art. 14 l. n. 40/2004, l’impossibilità per il partner di revocare il proprio consenso alla PMA dopo la fecondazione e il diritto della donna ad ottenere, sempre, il trasferimento degli embrioni crioconservati, come indicato nelle linee guida del 2015.

(Tribunale di Lecce, ordinanza 24 giugno 2019)

Lo ha chiarito il Tribunale di Lecce con ordinanza depositata il 24 giugno 2019.   Il caso. Con ricorso cautelare, la ricorrente chiedeva alla titolare del centro medico il trasferimento intrauterino degli embrioni ivi conservati, provenienti...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.