Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
mercoledì 17 gennaio 2018
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

diritti civili | 15 Dicembre 2017

Rettificazione anagrafica del sesso possibile anche senza il preventivo intervento chirurgico

di Katia Mascia - Avvocato

La persona ha diritto di ottenere la rettificazione anagrafica del sesso senza doversi necessariamente sottoporre alla modificazione chirurgica dei caratteri sessuali anatomici primari, purché la serietà ed univocità del percorso scelto e la compiutezza dell'approdo finale sia accertata, ove necessario, mediante rigorosi accertamenti tecnici in sede giudiziale.

(Corte di Cassazione, sez. I Civile, ordinanza n. 30125/17; depositata il 14 dicembre)

Così la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 30125/17, depositata il 14 dicembre. Il caso. Un uomo, nel 1979, si sottoponeva ad un intervento chirurgico di rettificazione del proprio sesso. Successivamente, presentava domanda al...

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.