Utilizzando il nostro sito web, si acconsente all'uso dei cookie
anche di terze parti.


Modifica l'impostazione dei cookie

Abbonamento scaduto
Abbonamento inattivo
Numero massimo utenti raggiunto
Utente non in CRM
Manutenzione
domenica 22 ottobre 2017
Accedi   |   Contatti   |   Newsletter   |   Abbonamenti    Feed RSS
FAMIGLIA e SUCCESSIONI

separazione | 29 Settembre 2017

Lavoro in nero, fatale a separazione in corso l’ammissione del marito

Confermate le statuizioni economiche decise a chiusura del giudizio di separazione personale dalla moglie. Decisivo il convincimento dei giudici: l’uomo svolge un’attività non dichiarata, oltre al proprio lavoro da regolare dipendente.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile, ordinanza n. 22743/17; depositata il 28 settembre)

Lavoro dipendente da un lato e attività ‘in nero’ dall’altro. Non ci sono dubbi, secondo i giudici. Consequenziali gli obblighi economici a carico dell’uomo nei confronti della moglie separata (Cassazione, ordinanza n....

Caro Lettore, per consultare questo documento è necessario essere abbonati. Abbonati subito e potrai accedere a tutti i contenuti del sito, se sei già registrato effettua il login.